Stadio News

Passerella del Milan a San Siro contro il Ludogorets e ottavi raggiunti: le pagelle

Scritto da  | 

Doveva essere una formalità e così è stato. Il Milan vince anche la gara di ritorno contro il Ludogorets e vola agli ottavi di finale di Europa League.

Rino Gattuso non voleva cali di concentrazione da parte del suo Milan nonostante lo 0-3 del match di andata e così è stato. In campo c’è stato ampio spazio per il turnover. Chi ha giocato, però, non ha demeritato, anzi, ancora una volta è stato mostrato l’attaccamento alla maglia da parte di tutto il gruppo. Milan-Ludogorets termina con il risultato di 1-0 per i padroni di casa per effetto della rete realizzata da Borini (la terza nelle ultime quattro partite). Ancora una volta esemplare Antonio Donnarumma che ha difeso bene la porta, mostrandosi all’altezza del blasone in almeno due occasioni. Chi si aspettava, invece, il ritorno al gol di André Silva dovrà ancora attendere. Il ragazzo, però, ha classe da vendere e non deve demoralizzarsi.

Le pagelle di Daily Milan

A. DONNARUMMA 6,5 – Ancora una volta gli tocca sostituire il fratello e anche stavolta, come contro l’Inter in coppa Italia, salva il risultato con un paio di interventi da campione.

ABATE 6 – Di fronte aveva un peperino veloce e ficcante come Misidjan. Sulla corsa però s’è fatto valere.

ZAPATA  6 Gioca poco ma quando serve si fa trovare sempre pronto. E soprattutto senza lagnanze. Un panchinaro esemplare.

ROMAGNOLI  6,5 – Un bastione inespugnabile per gli avversari. E’ ormai uno dei più forti difensori centrali in circolazione.

BONUCCI (dal 74’ s.t.) s.t. – Pochi minuti per il capitano. Una passerella in vista di Roma ma anche per prendersi un “giallo” inutile. 

RODRIGUEZ  6 – Nel primo tempo spinge alimentando l’azione offensiva, nella ripresa sta più sulle sue a difesa dell’area rossonera.

KESSIE  6,5 – Quando s’accende e irrefrenabile. Insostituibile!

JOSE’ MAURI (dal 56’ s.t.) 6 – Un combattente con i piedi buoni. Si rende utile anche se lo spazio a disposizione è davvero poco.

MONTOLIVO  6 – Prova a dare compattezza al reparto di centrocampo e sfogo alle iniziative d’attacco ma sempre (purtroppo) con la solita esasperante lentezza. 

LOCATELLI  6 – Tante cose buone ma anche parecchi errori in disimpegno. Meglio da intenditore che da costruttore di gioco. 

BORINI  7 – Realizza la rete del vantaggio rossonero, quello che chiude definitivamente il conto-qualificazione.

A. SILVA  6 – Di classe ne ha da vendere ma non sempre riesce a metterla a disposizione del gol anche in Europa League il suo terreno di conquista preferito. 

CUTRONE  6,5 – Offre l’assist a Borini per il vantaggio ma lavora anche parecchio per la squadra e sa farsi trovare smarcato quando serve.

KALINIC  (dal 56’ s.t.) 6 – Torna in campo dopo un leggero infortunio e si mette a disposizione con generosità e qualità. 

All.: GENNARO GATTUSO  6,5 – Nonostante il necessario turn-over, trova ancora una volta la squadra che lo asseconda in ogni sua esigenza. E la striscia positiva s’allunga.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *