Stadio News

Tim Cup, Donnarumma e Romagnoli mandano il Milan in Finale: le pagelle

Scritto da  | 

Tantissime emozioni all’Olimpico ma in Finale di Coppa Italia ci va il Milan. I rossoneri continuano a sorprendere e raggiungono meritatamente la Juventus.

Ancora tutti sorpresi? A questo punto non lo si può essere più. Il Milan è diventata una favolosa realtà. La squadra rispecchia alla perfezione l’animo del proprio allenatore, cuore grinta e tante ottime idee di calcio. Lazio-Milan era una partita attesissima e complicata ancor di più specie per i rossoneri che sono nel mezzo di un tour infernale. Se a questo ci aggiungiamo che giocare all’Olimpico non è semplice per nessuno, il dado è tratto. Ma questa non è la squadra di inizio stagione. Questa di oggi è squadra. La partita si chiude sullo 0-0 sia dopo i tempi regolamentari che dopo i supplementari anche se in questi ultimi, Kalinic si è divorato il più facile dei gol a tu per tu con Strakosha, a pochi minuti dalla fine. C’è voluta, dunque, la batteria dei rigori e uno strepitoso Gigio Donnarumma a dar ragione al Milan spinto, poi, in finale dal ‘laziale’ Alessio Romagnoli.

Le pagelle di Daily Milan:

G. DONNARUMMA 6,5 – Una indecisione che avrebbe potuto costare cara, ma anche, nel primo tempo, due interventi da vero campione. Strepitoso, poi, sui calci di rigore.
CALABRIA  6,5 – Gli tocca dalla sua parte prima il fantasioso Lulic, poi il velocissimo Lukaku ma il baby se la cava sempre molto bene seppure con fatica. Rischia il secondo gol consecutivo all’Olimpico ma l’estremo laziale gli smorza l’urlo in gola. 
 
BONUCCI 7 – Ha di fronte il capocannoniere del campionato ma il capitano rossonero con abilità e destrezza ne limita l’azione. Precisi, addirittura millimetrici i suoi lunghi lanci per i compagni d’attacco.
 
ROMAGNOLI  7 – Bravissimo, fantastico come al solito. Sempre puntuale sul pezzo, non fa passare neppure uno spillo.
 
RODRIGUEZ  6,5 – Stavolta non si fa sorprendere da Marusic e quando spinge fa sentire il suo peso specifico.
 
KESSIE  6 – Un po’ arruffone nel primo tempo, decisamente meglio nella ripresa. E’ però anche per merito suo se Milinkovic-Savic non è sfavillante come in altre occasioni.
MONTOLIVO (dal 97’ p.t.suppl.) 6 – Mette la sua esperienza e visione di gioco al servizio della squadra.
 
BIGLIA 6,5 – Bravo in fase di copertura davanti alla difesa ma quando deve prendere in mano la squadra per dargli qualità gli viene a mancare qualche appoggio di troppo.
 
BONAVENTURA 6 – Una sufficienza risicata e soprattutto per quello che ha fatto fin qui, non per la serata poco incisiva dell’Olimpico.
 
SUSO 5,5 – Si fa poco vedere dai compagni e dunque non appare determinante. Gli manca lo spunto decisivo anche perché spesso e volentieri è raddoppiato ed anche triplicato.
BORINI (dal 108’ s.t.suppll.) 6 – Bravissimo nell’aiutare Calabria in copertura su Lukaku. Ma poi, quando può, si fa vedere anche in fase offensiva. 
 
CUTRONE 6 – Si danna l’anima ma stavolta è anche un po’ colpa sua se la zampata non asseconda la sua determinazione di gol.
KALINIC (dal 70’ s.t.) 6 – Lavora molto per la squadra ma gli da anche profondità. E quella conclusione sopra la traversa che grida ancora vendetta…
 
CALHANOGLU 6 – Solo due o tre conclusioni dalla distanza decisamente velleitarie. Per il resto qualche ripartenza ma da lui ci si aspetta sempre qualcosa in più come per esempio sui calci piazzati. 
 
All.: GENNARO GATTUSO 6,5 – Urla, si sbraccia, si mangia le mani (e anche altro) sulla conclusione fallita di Kalinic a tempo praticamente scaduto. Ma alla fine ha ragione lui. Ancora una volta….

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *