Resta in contatto con Daily Milan

Il portiere del Milan – attualmente in prestito alla Ternana – ha parlato del suo futuro.

Il portiere del futuro, dicevano. Eppure, il futuro roseo di Alessandro Plizzari sembra essere stato parzialmente oscurato da Gigio Donnarumma. Il portiere classe ’99 ha scalzato ogni diretto concorrente, sia al Milan sia in Nazionale. Per il Plizz – come tutti lo chiamano -, la strada si è complicata e si sono aperte le porte del prestito. La Ternana, in Serie B, per farsi trovare pronto il prossimo anno. Nonostante ciò il destino del portiere è e sarà strettamente legato al quello del suo amico-collega Donnarumma. L’estremo difensore dell’Under 19 non sembra però preoccupato: «Gioco in porta perché non amo correre. Donnarumma? Un amico vero, tra noi c’è sempre stato un confronto positivo in allenamento. Cercavo un’esperienza come quella di Terni per diventare uomo più in fretta. Ho trovato un club che mi aiuta a crescere».

Il giovane portiere ha poi parlato del suo grande idolo: «Anche se arrivai a Milanello a sei anni, non posso che apprezzare Gigi Buffon. Un anno e mezzo fa, dopo la nostra vittoria contro la Juve, gli chiesi la maglia e lui rispose: ‘Te la lascio, ma in cambio voglio la tua’. Ho sempre ammirato il portiere ma soprattutto la persona. Mio padre Ezio è il punto di riferimento: lui mi ha dato l’etica lavorativa che poi mi è stata trasmessa anche nel vivaio del Milan. Ed è stato lui a consigliarmi di giocare in porta perché fuori sembravo un ballerino più che un calciatore».

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia