Analisi

Kessie-Tsadjout, l’oro nero del Milan si chiama Fran(c)k

Scritto da  | 

Kessie è una forza della natura, ma nella Primavera del Milan c’è un Frank – Tsadjout – che si è messo in mostra e che aspira a diventare un “grande”

Una stagione non delle migliori quella 2017-’18 del Milan, ma nonostante tutto c’è molto da salvare. Gli acquisti effettuati la scorsa estate dalla nuova dirigenza, non hanno reso al meglio, ma la base è buona. Servirà un’altra annata, magari meglio organizzata dal punto di vista della preparazione e della tranquillità ambientale, poi si potranno tirare somme più veritiere su alcuni nomi parsi in difficoltà. Tra le note liete della Prima squadra c’è sicuramente Franck Kessie, uomo indispensabile per la manovra e gli equilibri dell’undici titolare. Nel settore giovanile un altro africano omonimo di Kessie si è messo in mostra nella stagione attuale: Frank Tsadjout. Il giovanissimo attaccante rossonero, anche domenica scorsa contro l’Udinese ha timbrato il cartellino – al rientro dall’infortunio -, così come in quel di Bergamo, ha fatto il mediano allenato da Gattuso.

I FRAN(c)K DEL FUTURO Il Milan sta lavorando alacremente in ottica futura, Mirabelli è stato chiaro, il nostro campionato o trova un modo alternativo per tornare al top o si arenerà ad un livello diverso da quello del passato. I campioni più o meno affermati hanno prezzi indicibili, allora bisogna crescere in casa i talenti di domani. Kessie approdato la scorsa estate dall’Atalanta non è costato poco ai rossoneri, valore che stando alla centralità del ruolo, alle caratteristiche del giocatore e alla sua età è sicuramente lievitato, almeno raddoppiato. L’ex-nerazzurro è una forza della natura, capace di arginare abilmente le sortite avversarie, rifinire in maniera adeguata e finalizzare come e meglio, degli attuali attaccanti in rosa. Domenica scorsa Franck sr. è risultato determinante per l’ennesima volta in stagione. La rete che ha portato momentaneamente il Milan al sesto posto, garantendogli la sicura partecipazione all’Europa League ha un valore quasi inestimabile. Ad Udine ben distante da Bergamo, Frank jr. Tsadjout per la precisione ha contribuito ad alimentare le speranze play-off del Milan Primavera. La doppietta rifilata ai bianconeri è servita ad arrotondare il 3-0 con il quale i ragazzi di Lupi si sono imposti in trasferta. L’Ultima giornata contro l’Hellas Verona emetterà il verdetto ufficiale. Il classe ’99 che ha di recente rinnovato con il Milan fino a 2023 è uno degli elementi di spicco della cantera rossonera. La società che crede molto nelle qualità e nella crescita di Tsadjout ha voluto blindare il proprio gioiellino. Ad oggi pare ancora un po’ acerbo per emulare in toto l’ascesa di Cutrone, ma stando a quanto fatto vedere finora, le basi per un’affermazione anche tra i grandi ci sono tutte.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *