Analisi

Nuovo socio Milan e Donnarumma, Raiola già sapeva tutto? Un silenzio che fa tanto rumore … forse

Scritto da  | 

Settimane di fuoco quel che si vivono in Casa Milan. L’ultima notizia parla dell’imminente ingresso in società di un socio di minoranza.

Yonghong Li, a quanto pare, è alle strette finali con la ricerca per l’ingresso in via Aldo Rossi di un nuovo socio di minoranza. Identikit e nome a parte, la notizia avrebbe del clamoroso e potrebbe risolvere qualche grana non di poco conto. Una situazione, questa, che sarebbe accolta da molti con uno smagliante sorriso. Chissà, forse, in prima linea potrebbe esserci anche quel Mino Raiola che in quest’ultima stagione ha avviato una sorta di braccio di ferro con il nuovo organigramma del Milan. Se analizziamo attentamente la situazione, tuttavia, potremo vedere un netto cambiamento dell’agente rispetto a pochi mesi fa.

Raiola, in pratica, è passato dagli attacchi ‘sfavillanti’ ad un silenzio che, se vogliamo, fa anche più rumore del suo perpetuo vociare. La risposta che tutti ci siamo dati è però solo ed esclusivamente legata alla stagione non proprio degna di nota di Gigio Donnarumma. Alla luce dei fatti emersi in questi giorni, però, la risposta potrebbe essere anche un’altra e mai ponderata. E se Mino Raiola sapeva che il Milan era pronto ad accogliere un nuovo socio? 

Se ci pensiamo attentamente, la guerra del super agente è stata sempre contro la proprietà cinese (ancor prima del closing), rea di esser sconosciuta. Raiola ha sempre amato il Milan di Berlusconi (anche per motivi economici), salvo poi ricredersi in quest’ultimo anno. Tuttavia, oggi fa rumore quel suo “E’ più facile che se une vadano i cinesi piuttosto che Gigio”. Una battuta che messa lì – all’epoca dei fatti – non aveva alcun significato. Oggi, però, potrebbe significare tanto. E se Raiola era già, minimamente, a conoscenza della ricerca di un nuovo socio – inizialmente- di minoranza? Se così fosse, si spiegherebbero tante cose. C’è comunque da sottolineare che queste, ad oggi, queste sono solo semplici supposizioni. La verità più credibile, infatti, è legata alla mancanza di mercato attorno allo stesso Gigio il quale fa ancora gola a molti club ma non alle cifre che impone il Milan.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *