Editoriale

Giù le mani da Bonucci! Ci risiamo… riparte il valzer dei fuggitivi

Scritto da  | 

Siamo alle solite. Il Milan per fare mercato deve cedere, e chi se non i big? Chiaramente quando hai obiettivi prefissati preferisci cedere i titolari inamovibili, per poi partire nuovamente da zero… Come ci si diverte a diffondere certe notizie!

Non ci voleva certo un guru per capire che quest’estate rossonera sarebbe stata più rovente rispetto quella vissuta la passata stagione. Di argomenti ‘bollenti’ ce ne sono. Si parte dalla sentenza Uefa, al cambio di società e di tutto ciò che ne consegue, terminando con il calciomercato. Soffermiamoci, però, proprio a quest’ultima voce. Per quanto riguarda l’Uefa, infatti, bisogna attendere la sentenza del Tas. Mentre la società è passata nelle mani del fondo Elliott. Quale argomento, dunque, potrebbe attirare maggiormente l’attenzione del tifoso? Beh semplice, il calciomercato.

Fosse solo questo, non ci sarebbero problemi. La verità è che non trapelano molti spifferi per quanto riguarda le trattative o eventuali tali in entrata. Bisogna, così, colpire quello in uscita. Non me ne vogliano i vari Gustavo Gomez, Bertolacci, Locatelli, Bacca e Kalinic. La vera, notizia, il titolo da prima pagina lo fanno gente come Donnarumma, Bonucci, Bonaventura e Suso. Allora sì dai, apriamo il valzer delle cessioni, o meglio quello della fuga. Certo, chi vorrebbe rimanere in una squadra il cui destino pare ormai segnato? Di certo, diffondendo un tale verbo, il tifoso incattivito avrebbe un motivo in più per prendersela con la società che già, in fatto di credibilità ci ha perso parecchio.

E’ fresca di giornata ad esempio la notizia secondo la quale Bonucci non pare più così convinto di restare al Milan. Più che altro la sua poca convinzione deriva dal fatto che la società starebbe pensando di cederlo dinanzi ad una buona proposta. Un piccolo paradosso se pensiamo a quanto detto da Massimiliano Mirabelli e Gennaro Gattuso nei giorni scorsi. Ma è vero, la loro parola conta poco oppure  quelle dette sono dichiarazioni di circostanza. Se, poi, a queste ci aggiungiamo anche quelle del capitano rossonero, il dado è tratto. Bonucci, infatti, poche settimane fa disse di pensare solo al Milan e di non dar alcun credito alle voci che lo vedevano coinvolto. Eh sì, bisogna ammetterlo, le cose possono cambiare da un momento all’altro in quest’epoca… sta di fatto che molte voci di mercato sembrano esser messe lì perché si è consapevoli del frastuono che possono provocare in determinati periodi storici. Poi solo il tempo dirà quale sarà stata l’evoluzione del mercato rossonero. Per il momento, “giù le mani da Bonucci”. Conti alla mano restano sempre Suso, Donnarumma e Bonaventura.

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *