Analisi

E’ un Milan “work in progress”: per qualsiasi operazione serve l’ok della proprietà

Scritto da  | 

Sono giorni estremamente frenetici in casa Milan. Limitata possibilità di movimento, strettamente legata ad una nuova proprietà che, ufficialmente deve ancora insediarsi. I possibili cambi nel CdA bloccano l’estate.

Come era lecito aspettarsi, i tempi non sarebbero stati brevi come speravano molti tifosi. L’ultimo CdA – in cui non è stato raggiungo il quorum per mancanza della parte cinese – è solo il primo passo verso un cambio di proprietà che, ufficialmente, avverrà il 21 luglio. Un’assemblea dei soci fondamentale per il futuro, nel medio lungo tempo, del Milan. Elliott sarà a tutti gli effetti il nuovo proprietario del Milan – con Paolo Scaroni sempre più verso il ruolo di Presidente – ed inizierà l’era americana. E l’attuale consiglio di amministrazione?

E’ proprio qui che sta il punto. Il futuro dei dirigenti è ancora un punto interrogativo, con moltissimi nomi usciti come possibili nuovi membri del Management rossonero. Il problema è infatti da ricerca qui. I dubbi sull’organigramma del Milan dopo il 21 luglio, bloccano tutte le operazioni di mercato, sia in entrata che in uscita. Tra Locatelli, pronto a passare al Sassuolo, fino a Bartolacci, vicinissimo al rinnovo. Elliott vuole avere tutto sotto controllo, ma prima di approvare qualsiasi movimento di campo, vorrebbe decidere le sorti dei vari Fassone e Mirabelli, su tutti.

Intanto, nel weekend, inizieranno i “casting” – ovvero alcuni colloqui – con possibili nomi da presentare nell’assemblea dei soci del 21: Giuntoli, Carnevali, Leonardo (con cui ci sono già stati contatti)… etc. Una possibilità non da escludere in questo momento, è che Elliott – per evitare eccesivi terremoti interni – decida di proseguire in questo modo fino ad ottobre/novembre. Questo per dare maggiore tranquillità ad un ambiente. In casa Milan è una situazione di continuo “work in progress” ma i tempi stringono: il 17 agosto alle 20 chiuderà il calciomercato, il 18 agosto alle 18 inizierà la prima giornata di Serie A TIM.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *