Analisi

Milan, parte la mission impossible davanti il Tas! I rossoneri vogliono l’Europa

Scritto da  | 

E’ giunse il giorno. La resa dei conti ha avuto ufficialmente inizio e il risultato è tutt’altro che scontato.

Ci siamo quasi. Per tutti coloro che sono legati al mondo Milan quella di oggi, giovedì 19 luglio, è una data segnata sul calendario o, adattandoci ai tempi che corrono, messa in promemoria sui propri dispositivi mobile. Per la delegazione rossonera verso le 9:30 è iniziata, infatti, l’udienza davanti al Tas. La speranza è quella di ribaltare il verdetto emanato dall’Uefa il mese scorso. E’ giusto volare basso, però, nonostante il cambio di società. Le speranze di vincere il ricorso per il Milan sono davvero minime.

Non è questo un modo per provare ad essere scaramantici. Tutt’altro. Difficilmente, infatti, il Tas ha ribaltato una decisione presa dall’Uefa la quale a sua volta ha spedito un nuovo dossier al tribunale di Losanna per avvalorare ancora di più la sua decisione di non ammettere il Milan in Europa League. Giusto, però, provarci. Nonostante il caos creato con Yonghong Li, la gestione della società di via Aldo Rossi, in quest’ultimo anno è stata migliore di molte altre società sotto la lente d’ingrandimento. Non andando al di fuori della nostra penisola, mi riferisco ad Inter e Roma. Non vuole, tuttavia, essere questa una polemica contro una piuttosto che con un’altra società. Il Milan ha iniziato oggi una nuova ‘battaglia’, con risultato in arrivo probabilmente in serata e, soprattutto, con la speranza di poter rimettere le cose al posto giusto. Il verdetto

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *