Resta in contatto con Daily Milan

Si è conclusa ieri sera (29 luglio) la spedizione della rappresentiva azzurra u19 in Finlandia, valevole per gli Europei di categoria. Epilogo amaro per gli azzurrini, sconfitti in finale ai supplementari dai più quotati pari età portoghesi, che però hanno avuto la possibilità di dimostrare alle rispettive società di appartenenza e a tutti gli addetti al lavoro, il proprio valore. Cosi che, nemmeno il tempo di tornare in Italia; che già la maggior parte dei ragazzi di mister Nicolato, sono già sulla bocca di molti club, soprattutto di serie B.

Ottimo risultato ottenuto da parte dell’Italia u19 agli Europei di categoria, che si sono svolti in Finlandia. I ragazzi di mister Paolo Nicolato hanno dovuto arrendersi dinnanzi ai più forti, pari età, portoghesi nell’atto finale della competizione. Partita fantastica che ha visto soccombere gli azzurrini solo ai tempi supplementarei col risultato di 4 a 3. Tanta ovviamente l’amarezza, ma tanta è anche la speranza. La nostra selezione era la più giovane presnete in Finlandia con ben sei giocatori nati nel 2000. Gruppo solido con buonissime caratteristiche tecniche dei singoli. Non era la Nazionale più forte la nostra ma era da anni che non vedevamo un’U19 così competitiva. Tutti hanno dato il massimo e tutti sono riusciti a mettersi in mostra dinnanzi al calcio professionistico, per molti prossima tappa della propria carriera. Per molti, ma non per tutti. Infatti già diversi giocatori hanno almeno un anno di professionismo alle spalle (anche questo dimostra il valore di questi ragazzi). Tra questi c’è anche uno dei tre rappresentanti rossoneri, Alessandro Plizzari. Il portiere diciotenne è già considerato, da un paio d’anni, uno dei nuovi fenomeni italiani tra i pali. Tanto è vero che l’estate scorsa, ancora diciasettenne, venne prestato alla Ternana per fare il titolare in Serie B. L’ottimo Europeo disputato, probabilmente il miglior portiere dell’intera competizione, ha ampliato ancor di più il lotto delle sue pretendenti sul mercato. Il Milan, anche fin troppo coperto nel ruolo, ha tutta l’intenzione di mandarlo da qualche parte a giocare per farglli fare esperienza, per farlo crescere. Mezzo campionato cadetto e alcune società di serie A, interessate a Plizzari ma, la società che sembrerebbe maggiormente attiva è l’Hellas Verona.

Da quanto ripota infatti “TuttoMercatoWeb”, la società scaligera, avrebbe scelto proprio Plizzari per sostituire il portiere Nicholas, appena ceduto all’Udinese. La formula del traferimento su cui si ragiona sarebbe un prestito secco. Il Milan ha intenzione di far crescere il ragazzo ma, per ora, non ha alcuna intenzione di rischiare di perderlo. Verona serebbe un ambiente ideale ma anche pericoloso in quanto pretenzioso. Nella città di Romeo e Giulietta si aspettano un immediato ritorno nella massima serie dunque, le aspettative sono molto alte. Esperienza che potrebbe rivelarsi altamente formativa per Plizzari che, nel giro di pochi mesi, si troverebbe dal dover combattere per la salvezza; a dover difendere la porta di una delle corazzate di Serie B, passando per l’impresa, sfiorata, degli Europei U19.

Il Verona ci prova per Plizzari, il Milan ci pensa, Alessandro aspetta con gli stati d’animo contrastanti di chi arriva da una grossa delusione ma che si avvia verso un’altra grande opportunità.

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia