Preparazione

Gattuso: «Non mi fido dell’Atalanta e di Gasperini, servirà una grandissima partita. In bocca al lupo alle ragazze»

Scritto da  | 

E’ già tempo di vigilia per Milan e Atalanta. Ecco le parole del tecnico rossonero nella consueta conferenza stampa.

Tempo di vigilia in quel di Milanello, per la quinta giornata di Serie A TIM. Il Milan, dopo la trasferta europea, si prepara alla sfida di San Siro contro l’Atalanta. Il tecnico rossonero – con la rifinitura fissata per le ore 18:00 – si è presentato davanti ai giornalisti nella consueta conferenza stampa. Ecco le parole di Gattuso.

Sull’Atalanta: «E’ diventata una realtà della Serie A, hanno caratteristiche precise e sono rognosi. Avranno voglia di reagire dopo le ultime due sconfitte. Dovremo giocare una grandissima partita, tenendo botta. Non mi fido di Gasperini, prendono sempre la stessa tipologia di giocatori per essere sempre in campo in un certo modo. Ti stanno addosso, dovremo metterli in difficoltà».

La partita di Europa League: «Prima della partita contro il Dudelange ero preoccupato, perché loro avevano battuto buone squadre prima di affrontarci. Non hanno grandi risorse ma potevano renderci la vita complicata, abbiamo anche cambiato tanto e non era facile. Potevamo fare meglio, ma contava vincere. Ho cambiato tanto perché credo in tutti i giocatori di questa squadra, tutta la rosa mi dà grande affidabilità».

Il momento della squadra: «Adesso pensiamo solo all’Atalanta, poi all’Empoli e al Sassuolo. Ieri li ho visti giocare e saranno avversari molto difficili da battere. A Cagliari abbiamo commesso tanti errori, ma il più grave è stato l’approccio. Mancano ancora tantissimi punti, ovviamente se riusciamo a non perderne per strada in questo periodo è meglio. Ogni partita è importante. Non dobbiamo lasciare nulla al caso».

Il Pipita Higuain: «E’ giusto che venga a giocare, aiutandoci nel palleggio, ma voglio soprattutto che attacchi di più la profondità, mettendo pressione ai difensori avversari negli ultimi metri. Per me è il migliore al mondo, fa gol, è un campione e si sta mettendo a disposizione della squadra. Dobbiamo sfruttare le sue qualità e per farlo, per esempio, dobbiamo alzare la testa e servirlo. Spero di averlo sempre a disposizione. Higuain e Suso devono conoscersi meglio in campo, ci stiamo lavorando».

Sui singoli: «Caldara ha fatto una buonissima partita in Europa League, potrà darci una grandissima mano. Calhanoglu ha sbagliato la gara di Cagliari, ma contro la Roma è stato il migliore in campo. Bakayoko ha fatto bene in Lussemburgo, mi è piaciuto tanto e sono molto soddisfatto della prestazione. Mi aspetto sempre di più, più inserimenti in area. Da Suso mi aspetto che calci di più in porta, che entri di più in area e in zona gol. Cutrone lo proveremo oggi, la caviglia gli dà ancora un po’ fastidio: ha grande voglia di tornare. Borini può fare la punta. Su Montolivo ho fatto una scelta, non servono spiegazioni, e poi ha recuperato dall’infortunio solo da una settimana fa. Bertolacci può fare molto meglio, ha fatto un po’ di fatica ma non era semplice. Musacchio sta bene ed è a disposizione».

L’esordio del Milan femminile: «Un grandissimo in bocca al lupo alle ragazze del Milan. Con Carolina Morace ci sentiamo spesso, si comporta da manager, ha sempre grande curiosità e passione. Con lei è sempre un piacere parlare di calcio. Speriamo che faranno una grande stagione».

Fonte: acmilan.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *