Resta in contatto con Daily Milan

Doccia freddissima al minuto 92 per i ragazzi di Gattuso che si fanno raggiungere dall’Atalanta. Buona prestazione condita però da blackout incomprensibili che avrebbero potuto fare danni maggiori. Alla fine saranno altri punti persi.

Altri 2 punti buttati per i rossoneri. A San Siro finisce 2-2 dopo che il Diavolo era risuscito a  passare in vantaggio due volte. Non è bastata la prima gioia del Pipita Higuain davanti ai propri tifosi. Non è servito nemmeno il 2-1 di Bonaventura su assist – il secondo – di Suso. L’Atalanta, nonostante una prestazione nel complesso negativa, riesce a portare a casa un punto insperato. I ragazzi di Gattuso, invece, hanno avuto ancora troppi blackout nell’arco di una partita per poter garantirsi i 3 punti. Ora, guardare la classifica, diventa un colpo al morale.

IL TABELLINO

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria (22’st Abate), Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Bonaventura (29’st Bakayoko); Suso Higuain, Calhanoglu (40’st Castillejo). A disp.: A. Donnarumma, Reina, Laxalt, Simic, Zapata, Bertolacci, Mauri, Borini, Tsadjout. All.: Gattuso.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Castagne, De Roon, Freuler, Gosens (31’st Ilicic); Pasalic (1’st Rigoni); Barrow (1’st Zapata), Gomez. A disp.: Berisha, Rossi, Valzania, Djimsiti, Tummiello, Pessina, Mancini, Hateboer, Ali Adnan. All.: Gasperini.

Arbitro: Doveri di Roma.
Gol: 2′ Higuain (M), 9’st Gomez (A), 16’st Bonaventura (M), 47’st Rigoni (A).
Ammoniti: 6’st Calabria (M), 20’st Higuain (M), 33’st Gomez (A).

REPORT

Se contro il Cagliari, il problema aveva riguardato l’approccio, a San Siro accade il contrario. Il primo tempo migliore della stagione rossonera per approccio, volontà e dedizione. Non a caso il vantaggio arriva subito. Suso inventa un cross al bacio dalla trequarti per il taglio di Gonzalo Higuain. L’argentino, al volo, riesce ad incrociare non lasciando alcuna possibilità a Gollini. Vantaggio strameritato. I rossoneri non vogliono però fermarsi ma la difesa bergamasca riesce ad arginare gli attacchi prima del Pipita e poi di Bonaventura. Il raddoppio è però matura e al 20’arriva. Manovra bellissima dei rossoneri che spostano il pallone da sinistra verso destra. Calabria pennella un cross per Giacomo Bonaventura che anticipa tutti di testa e insacca. La gioia viene però smorzata dal VAR che annulla tutto per fuorigioco. Milan ancora a trazione anteriore che continua a sfiorare il secondo goal con un palo colpito sempre dal numero 5. L’Atalanta sembra svegliarsi e alla prima occasione sfiora il pareggio con Mario Pasalic che non impatta di testa. Il Milan gioca bene, ma quando stacca la spina può succedere di tutto.

La seconda frazione vede un doppio cambio per l’Atalanta con l’ingresso di Duvan Zapata e Rigoni. L’atteggiamento è completamente diverso e il Milan fatica a tenere gli stessi ritmi dei primi 45 minuti. Il pareggio arriva al minuti 54 quando il colombiano neoentrato pesca il Papu Gomez che anticipa Calabria battendo Donnarumma. 1-1 e Diavolo castigato alla prima occasione. I rossoneri reagiscono subito e trovano il nuovo vantaggio al 61′. E’ sempre Suso che inventa dalla destra. Cross rasoterra per Jack Bonaventura – movimento da vero numero 9 – che trafigge Gollini sul primo palo. La partita si avvia alla conclusione non però senza patemi per i ragazzi di Gattuso. La beffa sembra essere prossima e così è. Al secondo dei 7 minuti concessi, dopo un batti-e-ribatti in area, il più lesto è Rigoni che trova il 2-2 in extremis. Doccia gelata per il Milan che stava già pregustando la vittoria.

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Responsabile: Luca Rosia