Stadio News

Buon primo tempo del Milan! Rossoneri meritatamente in vantaggio contro l’Atalanta: le pagelle

Scritto da  | 

Buon Milan dopo i primi 45 minuti di gioco. Gli uomini di Gattuso hanno coperto bene il campo e sono meritatamente in vantaggio contro l’Atalanta.

LA SQUADRA: 6,5 – Pare, almeno in questa prima parte di gara, che il Milan non risenta minimamente degli sforzi profusi in Europa League perché il collettivo si muove assai bene, sfrutta il terreno di gioco in tutta la sua ampiezza e mostra una invidiabile condizione atletica chiudendo ogni varco alle sporadiche iniziative avversarie. E’, insomma, un buon Milan che pare piano piano ritrovare l’antico smalto.

DIFESA: 6 – Sempre in grande spolvero al coppia centrale Musacchio (6)-Romagnoli (6,5) anche se non devono troppo dannarsi l’anima per tenere a freno i tentativi d’attacco quantomai velleitari di Barrow e compagni. Assai bene anche Calabria (6) a destra e Rodriguez (6) sulla mancina sempre pronti a sostenere l’azione offensiva e a chiudere sui rispettivi avversari.
CENTROCAMPO: 6,5 – Bene, bene, bene… Biglia (6) è il coordinatore del movimento in campo: discreto come intenditore, ottimo quando deve mettere in azione i compagni e comunque, in questo fondamentale, assai ben coadiuvato ai suoi lati da Kessie (6,5) e Bonaventura (6,5 a lui il Var ha negato pure un gol di testa) determinanti nel “cucire” il gioco tra i reparti e sempre prontissimi a proporsi nell’azione d’attacco.
ATTACCO: 6,5 – Terzo gol consecutivo (tra campionato e coppa) di Gonzalo Higuain (6,5) che sfrutta abilmente da perfetto uomo-bomber gli assist di Suso (6,5) a destra e Calhanoglu (6) sulla mancina. Un gran bel trio offensivo, con la fantasia e la genialità dello spagnolo e del turco ad inventare calcio e l’argentino che, come sempre, finalizza al meglio il gioco dei compagni.
ALLENATORE: GENNARO GATTUSO 6,5 – La squadra che mette in campo e quella di sempre, quella “titolare” e, almeno in questa frazione e di partita, non sbaglia nulla anche se in alcuni frangenti qualche errore di troppo in uscita mette in angoscia la retroguardia rossonera. Ma sono errori che con l’andar del tempo dovrebbero – almeno si spera – venir cancellati dall’esperienza e dall’abitudine al gioco d’assieme.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *