Resta in contatto con Daily Milan

Tutti allenatori e presidenti, talvolta calciatori. Il mondo dei social è, ormai, da tempo tempo di conquista dei ‘sapientoni’.

So bene di esser partito già con un tono critico e  me ne assumo personalmente tutte le responsabilità. Dopo il pareggio contro l’Atalanta – nel voler esser precisi anche dopo la sconfitta contro il Napoli – il mondo dei social di fede filo-rossonera è diventato terra di conquista. La maggior parte degli utenti si sono scagliati con ferocia contro Rino Gattuso. C’è chi, invece, ha attaccato la rosa giudicata non all’altezza della situazione. Una questione, questa, a mio modesto parere paradossale con connotati ridicoli. Tutti d’accordo nel dire che c’è profondo rammarico per la vittoria sfumata nei minuti di recupero e dopo aver dominato per lunghi tratti la partita contro i bergamaschi. Il primo tempo è stato impeccabile, nella ripresa, invece, il Milan ha giocato in maniera altalenante sprecando diverse occasioni da gol e pagando a caro prezzo due disattenzioni. Tuttavia, subito dopo il triplice fischio, tutti i geni da tastiera non si sono limitati alla sola critica costruttiva. Qualcuno ha iniziato a delirare, creando fake news su riunioni fittizie e su ore contate per Gattuso.

E’ vero che siamo in un’epoca dove vige la libertà di parola ma è altrettanto vero che sarebbe più opportuno sgranchire le dita, scrivendo cose giuste e sensate. La cosa più disarmante, comunque, è leggere commenti sotto queste news come se stesse accadendo sul serio qualcosa nell’immediato. La disinformazione, dunque, regna sovrana ed è anche argomento di accese discussioni. Mi verrebbe da ridere per non piangere. Serve, comunque, darsi un tono. TUTTI! Subito dopo queste pseudo-informazioni-disinformati, metto quelli che io – e non solo – chiamo leoni da tastiera. Tutti grandi intenditori di calcio o dirigenti. Per questi geni social non varrebbe neanche la pena sprecare spiegazioni, tanto loro conoscono già tutto. Detto questo, mi limito a soffermarmi sui fatti. Il Milan deve crescere e migliorare sotto tanti aspetti. Esclusa la Juventus tutta la Serie A sta stentando. E’ anche innegabile che la sorte di ogni allenatore è legata ai risultati. Gattuso, dunque, come chiunque altro è perennemente sotto esame. Deve fare semplicemente il suo lavoro, poi sarà la dirigenza a decidere sul da farsi perché di certo i vari Leonardo, Maldini, Scaroni o chi per loro sono più competenti di tanti geni, me compreso!

 

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Responsabile: Luca Rosia