Stadio News

Cutrone, Higuain e Suso! 3 squilli e il Milan supera la Sampdoria: le pagelle

Scritto da  | 

Il Milan aveva bisogno dei 3 punti e 3 punti sono arrivati. Lo spettro di una crisi è stato così scacciato.

SQUADRA: 6,5 – Cambia il modulo tattico (4-4-2) e finalmente si rivede un buon Milan nel primo tempo se non fosse per quelle due sciocchezze (soprattutto la seconda) in occasione delle reti blucerchiate. E’ un Milan che ritrova se stesso e anche un minimo di gioco oltre ai suoi bomber, entrambi a rete. Poi, a metà ripresa si torna (ma perchè?) a un 4-3-3 decisamente imbarazzante e totalmente improduttivo.

DIFESA: 6 – Non proprio note liete ma neppure si deve addossare all’intero pacchetto difensivo rossonero le colpe dei gol avversari: discreti i due difensori centrali Romagnoli e Musacchio (6 ad entrambi) stesso discorso per Calabria (6), anche se sul gol dell’ex Saponara avrebbe potuto fare meglio mentre da Rodriguez (5,5) è lecito aspettarsi di più. Donnarumma (6) ma forse sono stato un po’… largo.
CENTROCAMPO: 7 – Bene bene Biglia (6,5) che alterna interessanti soluzioni in chiave propositiva ma non disdegna neppure di mettersi a disposizione dei compagni quando c’è da porre in atto un bavaglio agli avversari; con l’argentino altra ottima gara di Kessie (6) sia in appoggio alla manovra d’attacco che in copertura; una nota di merito per Suso (8), migliore in campo, che inventa calcio ogni volta che ha il pallone fra i piedi, sua la terza rete rossonera, a differenza di Laxalt (6) poco propositivo nel primo tempo, un po’ meglio nella ripresa, suo il palo che avrebbe potuto mettere il lucchetto definitivo al match.
ATTACCO: 6,5 – Ecco cosa vuol dire avere due punte in area alle quali fare riferimento: ottimo Cutrone (6,5): suo il gol in apertura e l’assist al compagno di reparto, Higuain (6,5) autore del raddoppio ma anche di un paio di occasioni non adeguatamente sfruttate.
ALLENATORE: Gennaro Gattuso 6 – Finalmente ha capito di dover cambiare l’inerzia della partita sostituendo i moduli tattici fin qui messi in atto con quello giusto per tornare ad essere competitivi. E le due punte gli hanno dato ragione.
SOSTITUZIONI:
Dal 31’ s.t. fuori Cutrone dentro Castillejo: 6 – Offre una mano importante ai suoi compagni di squadra che ne hanno davvero bisogno.
Dal 33’ s.t. fuori Calabria dentro Abate: 5 – La, su quella fascia, dove (si spera) non faccia disastri.
Dal 44’ s.t. fuori Laxalt dentro Calhanoglu: s.v. – Pochi istanti per il turco, assolutamente non giudicabile.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *