Stadio News

Bentornato Milan! Il 4-4-2 è efficace (almeno in avanti) e Suso riporta la vittoria

Scritto da  | 

I rossoneri tornano a sorridere davanti ai propri tifosi con una prestazione più che convincente. Cutrone e Higuain hanno subito un’ottima intesa ma la difesa traballa. Ci pensa lo spagnolo numero 8 a regalare i 3 punti e un salva-vita a Gattuso.

Gattuso ha chiesto 23 leoni e così è stato. Il Milan torna a sorridere contro grazie ad una prestazione di cuore, grinta e anche qualità. Cutrone, Higuain e Suso bucano la difesa migliore del campionato per ben 3 volte e riportano i 3 punti in casa Milan. Ottima prestazione di tutta la squadra nonostante il nuovo modulo. Promosso a metà il 4-4-2: eccellente l’intesa in fase d’attacco, ma ancora tanta fatica in difesa. Il deficit a metà campo è notevole – a livello numerico – e gli svarioni difensivi portano ad altri due goal subiti. Ma il Milan – e Gattuso – sembra essere tornato. La prova sarà già mercoledì contro il Genoa.

IL TABELLINO

MILAN (4-4-2): Donnarumma; Calabria (33’st Abate), Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessie, Biglia, Laxalt (44’st Calhanoglu); Higuain, Cutrone (31’st Castillejo). A disp.: Reina, A. Donnarumma, Mauri, Borini, Conti, Bakayoko, Bertolacci, Zapata, Halilovic. All. Gattuso.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Andersen, Murru (29′ Sala); Praet, Ekdal, Linetty; Saponara (31’st Caprari); Quagliarella, Defrel (16’st Kownacki). A disp.: Rafael Cabral, Belec, Viera, Barreto, Ramirez, Jankto, Colley, Tavares Dos Santos, Ferrari. All. Giampaolo.

Arbitro: Fabio Maresca di Napoli.
Gol: 17′ Cutrone (M), 21′ Saponara (S), 31′ Quagliarella (S), 36′ Higuain (M), 18’st Suso (M).
Ammoniti: 15’st Sala (S), 35’st Abate (M), 37’st Kessie (M).

REPORT

Primo tempo spettacolare a San Siro. Il Milan inizia con un buonissimo piglio e sembra essere tornato quello prima del Derby. I ragazzi di Gattuso spingono, pressano alto e non soffrono il gioco blucerchiato. Il vantaggio arriva al minuto 17 quando Suso trova il settimo assist stagionale per Patrick Cutrone. Il numero 63 di testa batte Audero e porta in vantaggio il Milan. La gioia però dura poco perché Riccardo Saponara trova il pareggio al 21’. La giocata magnifica è però di Quagliarella che elude con un dribbling tutta la difesa rossonero e allarga per il n.5 che da poco dentro l’area di rigore esplode un reso terra su cui nulla può Donnarumma. I ragazzi di Gianpaolo non si fermano a poco dopo la mezz’ora trovano il vantaggio. Saponara ricambia il favore e innesca Fabio Quagliarella che sfrutta il brutto posizionamento della difesa. Il Milan potrebbe disunirsi ma riesce a reagire e al minuto 36’ si torna sul risultato di pareggio. Bellissima triangolazione Higuain-Cutrone e ancora Gonzalo Higuain che finalizza buttando giù la porta. 2-2 all’intervallo di una bellissima partita.

La seconda frazione è forse meno spettacolare ma molto solida dal punto di vista rossonero. I ragazzi di Gattuso trovano subito un buon ritmo e mettono più volte in difficoltà la Sampdoria. La prima occasione arriva al 47′ quando Higuain colpisce al volo su cross di Laxalt ma non incrocia. Audero para in due tempi. Il nuovo vantaggio è solo questioni di minuti e infatti si concretizza al minuto 62. Splendido cambio gioco di Ricardo Rodriguez che pesca Suso. Lo spagnolo – come spesso fa – rientra sul sinistro e trova l’angolino basso. Goal dedicato al figlio oramai prossimo alla nascita non prima di una piccola esitazione dovuta al controllo VAR. Il Milan gestisce, la Sampdoria fatica. Dopo la consueta girandola di cambi – standing ovation per Cutrone, Calabria e Laxalt – il Milan può finalmente sorridere e gioire con i suoi tifosi.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *