Connect with us

Analisi

I “nuovi” problemi di Gattuso, tecnico e psicologo

Pubblicato

il

Un girone dopo Rino si è conquistato la fiducia di tutti. Dei tifosi che ora vedono una squadra ordinata e pronta a combattere, solida in fase difensiva mai come negli ultimi mesi (quella rossonera è la miglior difesa d’Europa nel 2019 per media di reti contate in fondo alla porta), della dirigenza soddisfatta del quarto posto agganciato grazie ai recenti risultati. Il Milan di Gattuso piace, convince di più perché regge bene il campo e colleziona in classifica punti preziosissimi.

La fase difensiva è intoccabile, promossa a pieni voti, diventata in poco tempo l’arma vera del nuovo Milan plasmato da Rino. I problemi sono altri, si annidano in attacco e sembra un paradosso a vedere le recenti performance osannate dai Media. L’esordio convincente di Piatek non ha allontanato i malumori di un reparto che, già durante il mercato e l’ondata di voci sui nuovi arrivi (l’ex Genoa e Paquetà) non trova oggi in fase realizzata alternative al polacco. Anzi, smorfie e sbuffate aumentano. Quelle di Cutrone soprattutto, che da talento in rampa di lancio, a caccia di minuti e gol, ora si vede relegato in panchina, riserva di Piatek senza grandi aspettative.

E poi c’è Andrea Conti, che non è nome d’attacco ma nel suo ruolo, da terzino, contribuisce enormemente alla fase offensiva. Proprio insieme a Cutrone aveva trascinato il Milan ai quarti di finale di Coppa Italia sbloccando ai tempi supplementari la sfida contro la Sampdoria a Marassi. Ma anche nelle successive prestazioni in campo, nonostante l’utilizzo troppo poco dosato dopo il rientro dall’infortunio (i lecchese conta solo tre presenze in campionato) aveva lanciato segnali importanti.

Per confermarsi leader di un Milan proiettato verso l’Europa, oltre a dare continuità ai risultati (Inter e Juventus sono all’orizzonte) Gattuso nei prossimi mesi dovrà dimostrare di saper gestire uno spogliatoio che giorno dopo giorno rischia di diventare terreno minato. L’equilibrio interno – e Rino lo sa bene – influenza sempre l’equilibrio in partita. La domanda è ovvia: guerriero e Generale, Gattuso con la sua esperienza, e una corazza cucitasi addosso proprio a Milanello, saprà domane i suoi e mantenere unione e umore ai giusti livelli?

Continua a leggere
Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Responsabile: Luca Rosia