Resta in contatto con Daily Milan

Stadio News

Più Lazio, Milan rimandato: primo round senza emozioni

Pubblicato

il

Tutto rinviato, perfetto remake della semifinale di andata di un anno fa. Il primo round di Lazio-Milan, sfida di TIM Cup, si spegne a porte inviolate. Uno zero a zero che non fa male a nessuno e che rimanda il verdetto ultimo, verso la finalissima ancora sul verde dell’Olimpico di Roma, al 24 aprile quando biancocelesti e rossoneri si rivedranno tra le torri di San Siro. Questa sera vince la tattica, lo studio, le difese attente a non far passare una goccia di sudore. Anche Piatek rimane a secco, dopo sette reti in sei sfide il polacco esce “sconfitto” dal duello personale con Acerbi.

Al 29′ Gattuso perde Kessie per un problema muscolare alla coscia destra la cui entità verrà valutata solo nelle prossime ore. Al suo posto entra Calhanoglu. Mancano pochi minuti al ritorno negli spogliatoi e i padroni di casa accarezzano il vantaggio: prima ci prova Milinkovic con un rasoterra a fil di palo, poi Parolo da fuori area ma la sfera si allontana a lato. Sospiro di sollievo. La prima vera parata di Gigio Donnarumma, da ieri fresco ventenne, arriva al 40′ su Leiva. Prima della pausa la replica rossonera con Calhanoglu.

Ripresa. Dopo cinque minuti Piatek cerca lo scatto verso la porta ma viene bloccato da Patric, in corner. Passano due minuti e gli uomini di Inzaghi rispondono dalla parte opposta con Leiva, chiuso da Laxalt. È un continuo batti e ribatti: Milinkovic prova a impensierire Donnarumma al 15′ e al 21′, poi ci pensa Correa e il Milan si chiude a riccio. Nella semitempesta biancoceleste si conta anche un palo di Ciro Immobile, fermato però dal direttore di gara Orsato per posizione di offside. Segnalazione corretta. In generale c’è più Lazio che Milan e lo zero a zero ai biancocelesti va anche un po’ stretto. Sorride invece Gattuso. A conti fatti poteva andare peggio.

Lazio-Milan 0-0
Recuperi:
2’+3′.
Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Bastos; Romulo (Marusic dal 90′), Parolo (Luis Alberto dal 74′), Leiva, Milinkovic, Lulic; Correa, Immobile (Caicedo dall’81’).
A disposizione: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Durmisi, Badelj, Cataldi, Jordao, Pedro Neto.
Allenatore: Simone Inzaghi.
Milan (4-3-3): Donnarumma G.; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Laxalt; Kessie (Calhanoglu dal 29′), Bakayoko, Paquetà (Biglia dall’86’); Suso (Castillejo dal 73′), Piatek, Borini.
A disposizione: Reina, Donnarumma A., Abate, Conti, Strinic, Rodriguez, Bertolacci, Montolivo, Cutrone.
Allenatore: Gennaro Gattuso.
Note: Ammoniti Parolo (L), Romagnoli (M), Calabria (M), Patric (L), Donnarumma (M).
Squadra arbitrale: Orsato (direttore di gara), Manganelli e Ranghetti (assistenti), Pairetto (quarto uomo), Calvarese (V.A.R.), Vuoto (A.V.A.R.).

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Responsabile: Luca Rosia