Connect with us

Preparazione

A Verona un Milan da battaglia

Pubblicato

il

Dare un bel segnale all’Inter a una settimana dalla partita più emotiva, e per tanti aspetti importante, della stagione. Rino Gattuso questa sera può iniziare a compilare tabelle, ipotesi, cifre di un percorso vista Champions che entra nelle prossime settimane nella fase più calda e decisiva. Prima però c’è uno scoglio non da poco da superare, il Chievo Verona, in uno stadio, il Bentegodi, che ha imprigionato troppi fantasmi nella recente e meno recente storia rossonera. Il Milan che un anno fa inghiotti in un solo boccone gli scaligeri con un 4-1 senza storia, non è così convinto oggi di aver vita facile contro la squadra fanalino di coda della classifica (si gioca stasera, ore 20.30).

Anche perché questo Chievo, che sì non vince dal 29 dicembre scorso quando superò 1-0 un Frosinone in dieci uomini, e che nel mentre ha incassato sedici gol in sette partite (cinque sconfitte e due pareggi), è «spensierato», per usare le parole di Gattuso alla vigilia, ha quella spensieratezza di chi ha già issato bandiera bianca, probabilmente, ma vuole onorare fino in fondo il proprio campionato. In altre parole, non ha nulla da perdere. «Sarà molto, molto difficile – ha sottolineato Gattuso ieri a Milanello –. Il Chievo gioca bene. Ci vuole un grande Milan, un Milan che giochi bene ma che sia anche da battaglia. Non possiamo assolutamente sbagliare, al contrario abbiamo tutto da perdere. Per questo ci serve lucidità. Il derby si prepara da solo ma la partita è domani».

La sfida di questa sera servirà anche per dare respiro a qualche titolare e testare le condizioni delle alternative fino a oggi sempre pronte in panchina. Anche perché con l’Inter, domenica prossima, servirà la determinazione e la disponibilità di tutto il gruppo: «Siamo cresciuti – ha spiegato Rino – ma finora abbiamo inseguito. Ora, come dicevo da tempo, serve alzare l’asticella anche nella personalità ed è arrivato il momento di farlo. Altrimenti possono farci a fettine». In difesa il Milan del Bentegodi potrebbe schierarsi con Conti e Laxalt sulle fasce, facendo così riposare Calabria e Rodriguez; turno di riposo anche per Bakayoko, l’uomo in copertina della rinascita di inizio 2019, al suo posto Biglia. In attacco Suso e Castillejo dovrebbero affiancare il confermatissimo Piatek, dopo l’inizio sorprendente con sette marcature consecutive a secco oggi da due partite.

Continua a leggere
Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Responsabile: Luca Rosia