Connect with us

Stadio News

Milan, Kes-sì! Zampata Champions

Pubblicato

il

Festeggia il Milan con un calcio di rigore che mancava ai rossoneri dal 2 dicembre. Realizza Franck Kessiè nella ripresa, 1-0, un risultato che slancia i ragazzi di Gattuso a quota 55 punti in classifica, a meno due dall’Inter domani in campo contro il Frosinone, e allontana la Lazio dalla corsa alla qualificazione in Champions League.

In avvio meglio gli ospiti. Milan teso e preoccupato, salvato da Pepe Reina già al 3′ su girata di Immobile. Solo alla mezzora arriva la prima palla gol per i padroni di casa: Calabria dall’out di destra scaraventa dentro per Pum Pum Piatek, colpo di testa del polacco e palla che sfiora il palo. Vicini all’intervallo i biancocelesti accarezzano il vantaggio. È ancora Ciro Immobile a far saltare sui seggiolini i 61.000 di San Siro, questa volta servito da Luis Alberto. Palo esterno e sospiro di sollievo per tifosi e per Gattuso. I ritmi sono buoni, da sfida vera, ma il timore di lasciare varchi all’avversario blocca entrambe le formazioni. Nella ripresa nessuno vuole rischiare e infatti passa oltre un quarto d’ora prima di rivedere impegnati i due estremi difensori.

Al 47′ Simone Inzaghi è costretto a sostituire Correa per un problema fisico dopo un contrasto con Bakayoko; al suo posto entra Caicedo. Ed è proprio l’ecuadoriano a farsi vedere al minuto 65: suo il passaggio in verticale per Romulo, che di destro punta alla porta ma trova Reina attentissimo sul primo palo. Passa un nulla e i rossoneri perdono capitan Romagnoli per un guaio muscolare al polpaccio. Lo sostituisce Cristian Zapata, mentre nella stessa fase Gattuso si gioca il campio Calabria-Laxalt. Al 71′ Piatek viene servito proprio da Zapata ma Strakosha in uscita protegge bene lo specchio.

In pochi minuti il match si innesta sulla deviazione decisiva. Il colpo di scena è tutto in due rigori per il Milan. Il primo al 76′ è inesistente e infatti Rocchi, dopo averlo fischiato viene richiamato dal VAR e annulla senza tentennamenti: Calhanoglu ha la sfera tra i piedi, tenta di metterla in mezzo e trova il gomito di Acerbi, che però è attaccato al corpo. Non c’è nulla. Un minuto più tardi il penalty è invece chiarissimo, evidente già nel primo frame e senza replay: Laxalt serve in area Musacchio che viene steso con un contrasto insensato da Durmisi. Kessiè va dal dischetto e il Milan si porta avanti, 1-0.

A 5′ dalla fine viene allontanato Inzaghi per proteste. Gli ospiti recriminano per un rigore non dato in pieno recupero per contatto tra Ricardo Rodriguez e Milinkovic. Poteva starci. Un giro prima Suso ci aveva provato con un sinistro piazzato dal limite; poco dopo Cutrone dice la sua con un destro che si spegne a lato insieme alle speranze della Lazio. A San Siro finisce con un gol, 1-0, tra gli applausi rossoneri sugli spalti e una scia di accese polemiche dei laziali a macchiare il campo.

Continua a leggere
Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Responsabile: Luca Rosia