Resta in contatto con Daily Milan

Analisi

Milan, Suso non è più indispensabile! Cederlo per fare cassa?

Pubblicato

il

Jesús Joaquín Fernández Sáenz de la Torre, Suso, in queste ultime stagioni è stato uno degli elementi intoccabili oltre che indispensabili per il Milan. I piedi e la testa dello spagnolo hanno fatto il buono e il cattivo tempo per i rossoneri e, purtroppo, i suoi ‘giri a vuoto’ sono stati significativi anche in senso negativo ai fini del risultato. Ciononostante sostituirlo è stato praticamente impossibile anche per la mancanza di alternative valide. Perfetto per il 4-3-3, un pò meno presente con il 4-4-2 o il 3-5-2 quando il numero 8 spagnolo si è visto dirottato sulle corsie esterne di centrocampo. Nel Milan che verrà, tuttavia, anche la sua inamovibilità sarà messa in discussione, specie se Giampaolo (o chi per lui) dovesse optare per un modulo che prevede la doppia punta più l’utilizzo di un trequartista puro.

Il Milan che verrà dovrà fare, comunque, i conti con tante situazioni. Su tutte l’esigenza di non far incattivire ulteriormente il UEFA e con essa il Financial Fair Play. Ecco perché, ad oggi, Suso entrerebbe di diritto nella lista dei calciatori cedibili. Se a questo ci aggiungiamo il valore della sua clausola, pari a 40 milioni di euro, il dado è tratto. La società di via Aldo Rossi con la cessione del talento spagnolo farebbe, infatti, un’importantissima plusvalenza e una sua partenza allontanerebbe anche la tentazione di cedere Donnarumma (ammesso che esista realmente questa tentazione). Il tutto senza, però, omettere la possibile richiesta, da parte del calciatore stesso, di un ritocco dell’ingaggio fino a 6 milioni di euro.

Aperta e chiusa parentesi, sarà anche questo il compito del nuovo dt, Paolo Maldini. Capire, di comune accordo con il nuovo allenatore, l’utilità in rosa di ogni singolo calciatore per la stagione 2019/2020. Ipoteticamente parlando, con l’arrivo di Marco Giampaolo, non si va a discutere sulla ricerca di un gioco di qualità (quello deve essere scontato) ma sull’utilità di ogni singolo elemento nello scacchiere da lui scelto e, anche se ai più potrebbe sembrare un paradosso, un calciatore come Hakan Calhanoglu sarebbe ben più funzionale di Suso. Il turco è, infatti, utile sia nel ricoprire la mediana che ad occupare la trequarti di campo. Impossibile non tenere conto di tutti questi aspetti. Che sia stata davvero, quella appena conclusa, l’ultima stagione di Suso con la maglia del Milan?

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Responsabile: Luca Rosia