Resta in contatto con Daily Milan

News

L’Atalanta giocherà la Champions a San Siro

Avatar

Pubblicato

il

Tifoserie contrarie, club favorevoli. Milan e Inter hanno detto “sì” alla richiesta dell’Atalanta di disputare le sfide interne della prossima edizione di Champions League sul verde del Meazza. Tramite la società compartecipata M-I Stadio (50% Inter e 50% Milan) i due club milanesi hanno in gestione tutte le attività di San Siro. Lunedì l’Atalanta, attraverso il presidente Antonio Percassi e a seguito delle richieste dei commissari Uefa successive al sopralluogo allo stadio di Bergamo, aveva inoltrato all’Amministrazione comunale e a entrambe le società richiesta ufficiale per “affittare” la scala del calcio.

L’Inter aveva subito accettato la richiesta, seppur in via informale, il Milan aveva chiesto tempo per una “fase di riflessione”, anche tenendo conto che “San Siro è lo stadio dei tifosi rossoneri”. E proprio dai tifosi era arrivato prontamente un secco “no”. Acceso e corale. La Curva Sud è addirittura gemellata con Brescia, acerrima rivale della dea, “dettaglio” non indifferente e che consolida la netta posizione degli ultras milanisti. Nessun margine di apertura. Le tifoseria organizzata dell’Inter, stretta in convinto rifiuto, in una nota ha addirittura definito “scellerata” la decisione del proprio club.

Il comunicato del Milan all’ANSA

Confermiamo di accogliere la richiesta dell’Atalanta di poter disputare gli incontri casalinghi della prossima Uefa Champions League allo stadio di San Siro. La nostra decisione è maturata nel rispetto del parere positivo del sindaco della Città di Milano Giuseppe Sala e dopo aver recepito il forte desiderio in tal senso della proprietà del Club bergamasco. Crediamo che questa opportunità sia di beneficio non solo per l’Atalanta, ma per tutto il calcio italiano, poiché ispirata da importanti valori come il senso di ospitalità, il rispetto ed il “fair play”.

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia