Resta in contatto con Daily Milan

Analisi

Piatek, involuzione senza fine: ora il Milan è a un bivio

Avatar

Pubblicato

il

Fase di smarrimento sempre più netta per l’ex bomber del Genoa. Club indeciso sul suo futuro.

I numeri sono da profondo rosso: 937 minuti in campo, 3 reti, di cui 2 su calcio di rigore. Un gol ogni 312 minuti. Se fosse un difensore la sua sarebbe una “stagione nata bene”, ma per un attaccante la media è da “annata imbarazzante”. Kris Piatek è immerso completamente in un tunnel senza fine. Anche a Parma l’apporto offensivo del polacco è risultato pressoché nullo. Il problema – sottolineato con errore da più parti – non nasce tanto dalla scarsa propensione dei compagni a servirlo, quanto dalla sua incapacità di trasformare palle scottanti in occasioni da gol, situazioni nitide, chiare, da impegnare il portiere avversario. A Parma, ieri, è andato in scena l’ennesimo atto ingarbugliato. Come le sue prestazioni, fatte di tiri poco convincenti, movimenti a vuoto e palloni gestiti da attaccante di Prima Categoria.

Il suo pomeriggio al Tardini era iniziato sotto buoni auspici. Pallone a Calhanoglu dopo due minuti di gioco e primo pericolo: Hakan sbaglia il coordinamento e la sfera non trova lo specchio. Unico vero sussulto di un nuovo weekend da dimenticare il prima possibile. A gennaio l’arrivo di Ibrahimovic potrebbe aprire scenari inattesi a Milanello anche solo pochi mesi fa. Kris vorrebbe restare in rossonero, anche ieri al termine della partita – uscito scurissimo in volto dallo stadio – non ha fatto mancare un segnale forte e deciso sui social all’ambiente: foto dell’abbraccio a Theo Hernandez, d’archivio, e complimenti alla squadra (Tre punti importanti! Bravi ragazzi!). Il senso di appartenenza è forte. Il Club lo apprezza ma deve fare i conti con altri fattori fondamentali per costruire il futuro. A partire da quello economico: senza una netta inversione di marcia, il suo cartellino – oggi già troppo sbiadito – rischia seriamente di perdere ulteriore valore.

 

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia