Resta in contatto con Daily Milan

Calciomercato

Ibra, mancano pochi giorni al «sì ufficiale»

Avatar

Pubblicato

il

L’operazione andrà in porto. Ibra pronto e in condizione per il nuovo esordio in campo nel giro di un paio di settimane.

Il sogno è presentarlo al popolo rossonero domenica 15 dicembre a San Siro. Contro il Sassuolo il Club ha organizzato la festa del 120° anniversario invitando vip ed ex milanisti, Ibra compreso. Questione di giorni e di dettagli e il tassello mancante completerà il puzzle. «Ci vediamo presto in Italia. Andrò in una squadra che deve vincere di nuovo, che deve rinnovare la propria storia, che è in cerca di una sfida contro tutti». Zlatan in un’intervista esclusiva a GQ Italia, in settimana, ha già parlato da rossonero, aggiungendo: «Solo così riuscirò a trovare gli stimoli necessari per sorprendervi ancora. Come calciatore non si tratta solo di scegliere una squadra, ci sono altri fattori che devono quadrare. Anche negli interessi della mia famiglia» Tutti gli indizi portano a Milano, sponda Milan. E anche le news che trapelano dai corridoi dell’headquarter di Via Rossi vanno verso la medesima direzione.

Pioli e il suo staff spingono per avere il giocatore a disposizione a Milanello il prima possibile. In un paio di settimane Ibra potrebbe già trovare la forma migliore e scendere in campo. C’è totale ottimismo, su più fronti. Da quello societario, in particolare, arrivano le risposte più incoraggianti: i conti sono stati fatti, l’incidenza dell’operazione sul piano di rientro imposto dal Financial Fair Play è pressoché nulla. Nessun impatto. Il Milan è fortemente convinto che l’arrivo del campione svedese possa, anzi, rivelarsi impulso decisivo per ritrovare l’indirizzo in campionato verso il quarto posto, e quindi la qualificazione in Champions, oggi distante 11 punti. Insomma, Ibra è la scintilla ideale per alimentare una fiamma che, oggi, fatica lentamente a rimanere accesa.

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia