Resta in contatto con Daily Milan

Analisi

Ibra, facciamo chiarezza. Todibo: cifre fuori portata per il Milan

Avatar

Pubblicato

il

Tra i corridoi di Casa Milan e le colonne dei quotidiani in edicola tiene banco il mercato in entrata. Aggiornamento e analisi.

Cancelliamo subito ogni dubbio: Ibrahimovic ha scelto il Milan. Non c’è mai stato il Bologna nei pensieri del campione svedese – per la cronaca, i rossoblù non hanno mai formulato un’offerta concreta – e non c’è stato e non c’è il Napoli. Eppure più organi di stampa spingono per tenere aperta la pista partenopea, peraltro inciampando in contrastanti scenari confezionati – sembra – più per riempire di inchiostro le prime pagine, che per fare vera e propria informazione: ieri “Ibra è vicino al Napoli solo se resta Ancelotti”, oggi “Zlatan attendeva Gattuso e il nuovo progetto azzurro per prendere la sua decisione”. Peccato che Ibra il suo futuro l’abbia già dipinto di rossonero, da giorni.

E allora perché tarda ad arrivare l’annuncio? Perché Ibrahimovic non è ancora a Milano? Perché un’operazione di tale portata – nonostante il giocatore sia indirizzato verso il viale del tramonto calcistico – racchiude al proprio interno decine e decine di nodi da sciogliere. Il più importante è già stato superato (tanto che le indiscrezioni che continuiamo a ricevere confermano ci sia già un accordo tra l’ex capitano dei Los Angeles Galaxy e il Club di Via Aldo Rossi), resta da sbrogliare il resto della matassa, dai dettagli del contratto a quelli legati a immagine e sponsorizzazioni. Non è come comprare un’auto, bella e performante, per capirci. Come pochi suoi colleghi al mondo, Ibra muove un vero e proprio esercito. Domenica pomeriggio sarà finalmente a San Siro? Tante indicazioni dicono sia un’ipotesi possibile. Vedremo.

C’è Ibra e ci sarà probabilmente un altro giocatore, un secondo rinforzo a gennaio per Mister Pioli e il suo staff, anche se molto dipenderà dalla consistenza economica. Perché se è vero che “l’operazione Ibra” ha impatto zero sul Financial Fair Play, è altrettanto vero che “l’operazione Jean-Clair Todibo”, promettente difensore del Barcellona, 20enne tra poche settimane, oggi accostato al Milan è fuori portata per il Club rossonero. Un sondaggio potrà anche esserci stato – non abbiamo in verità informazioni attendibili al riguardo -, ma le cifre indicate da Media e addetti ai lavori sono impossibili oggi per il Milan. Todibo ha una clausola rescissoria nel contratto che lo lega ai blaugrana pari a 150 milioni di euro. Anche a cifre più basse e scontate, per concretizzare il trasferimento del talento francese i rossoneri dovrebbero valutare un’uscita importante dall’organico della Prima Squadra: Gigio Donnarumma, un nome su tutti, resta, per nome e anagrafe, appeal sul mercato e ingaggio, l’indiziato numero uno nella lista dei sacrificabili.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia