Resta in contatto con Daily Milan

Esclusive

La Primavera supera il Toro e vola ai quarti di Coppa Italia. Giunti a Daily Milan: «Battaglieri e concreti, come dovevamo essere»

Avatar

Pubblicato

il

Il tecnico della Primavera ai nostri microfoni dopo il successo ai calci di rigore: «Adesso ci fermiamo mentalmente, c’è la sosta, servirà a ricaricare le energie. Il 2 gennaio saremo carichi per una seconda parte di stagione da protagonisti».

La formazione Primavera del Milan timbra un successo ai calci di rigore negli ottavi di Coppa Italia e conquista il pass per il turno successivo. 6-7 il punteggio finale dopo una battaglia durata 120 minuti. Un match, quello andato in scena sul verde del “Vittorio Pozzo” di Biella, teatro della sfida per l’indisponibilità dello Stadio Filadelfia di Torino, che ha visto le due compagini sfiorare la rete del vantaggio in più occasioni e super Soncin protagonista nella ripresa. Per i ragazzi di Mister Federico Giunti si tratta del nono successo consecutivo tra campionato e Coppa Italia, un nuovo passo avanti che conferma l’eccellente momento del gruppo. Queste le parole del tecnico rilasciate ai microfoni di Daily Milan e al sito ufficiale del Club, acmilan.com.

Mister, una sfida vera su un campo pesante (a Biella piove da giorni, ndr), era importante affrontarla con la giusta tenuta mentale e fisica…

«Il nemico numero uno per entrambe le squadre è stato proprio il campo. Dispiace. Probabilmente su un terreno diverso avremmo potuto fare qualcosa di più sul piano dello spettacolo. Detto questo, sono contento della prova dei ragazzi: hanno battagliato e fatto quello che richiedeva la partita. Sicuramente non siamo stati spettacolari e non lo sono stati nemmeno i nostri avversari, però alla fine siamo stati concreti. Abbiamo tirato l’incontro fino alla fine quando non lo potevamo vincere, sono veramente contento del risultato raggiunto».

Balza all’occhio un dato su tutti: appena cinque reti incassate nelle ultime nove uscite della stagione…

«Devo ringraziare tutti i reparti perché il subire pochi gol parte dal lavoro che svolgono gli attaccanti. Li massacro (ride, ndr). Se vogliamo permetterci di giocare con tre riferimenti offensivi come stiamo facendo, tre punte vere, è chiaro che proprio gli attaccanti devono fare determinate cose. Lo stanno facendo bene in campionato e lo hanno fatto stasera. Dobbiamo continuare su questa strada. È quasi un anno che sono qui, la squadra sa quello che lo staff richiede e lo sta facendo».

Adesso arriva la sosta, domani festeggerete il Natale con una festa a San Siro… Si aspettava a settembre una prima parte di stagione così positiva?

«Io dico sempre che le cose bisogna farle. Della bontà della rosa sono stato il primo garante. Ho visto i ragazzi crescere in maniera esponenziale da quando sono arrivato. L’anno scorso avevamo molti sotto-quota e questo lo abbiamo pagato. Mi sta piacendo l’atteggiamento. Il campionato Primavera 2 sembra facile da vincere ma non lo è: affrontiamo praticamente solo scontri diretti perché contro il Milan tutti vogliono fare la partita della vita. Da questo punto di vista i ragazzi stanno dando risposte positive».

Su tre impegni in Coppa Italia, due avversarie di Primavera 1 superate. Questo è un ulteriore segnale della qualità dei tuoi ragazzi.

«Sono convinto che possiamo fare bella figura contro tutti, possiamo giocarcela anche contro squadre della categoria 1. Lo dimostra la partita di questa sera, ma anche l’incontro con la Sampdoria nel turno precedente. Abbiamo disputato amichevoli questa estate contro formazioni superiori e abbiamo sempre detto la nostra. Adesso ci fermiamo mentalmente, c’è la sosta, servirà a ricaricare le energie. È ciò che conta. Ci presenteremo pronti il 2 gennaio quando inizierà la seconda parte della stagione. Una seconda parte che ci deve assolutamente vedere protagonisti».

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia