Resta in contatto con Daily Milan

Calciomercato

Ibra, il leone torna in rossonero: accordo confermato

Avatar

Pubblicato

il

Dopo la cinquina di Bergamo il Milan rialza la testa: il Club si regala Ibrahimovic. Accordo per sei mesi con prolungamento. In uscita Kessie, Borini, Rodriguez e Rebic.

Il primo “sì” risale a circa un mese fa. Nei pensieri di Zlatan Ibrahimovic c’è sempre stato il Milan. «Arrivo presto in Italia, in una squadra che deve vincere di nuovo» aveva dichiarato il campione svedese in un’intervista a GQ Italia, regalando al popolo rossonero un indizio senza interpretazioni. Poi l’intoppo, almeno secondo i Media, la scelta del Club di inserire nell’accordo una clausola a propria tutela in caso di obiettivo sfumato: contratto di 3 milioni per 6 mesi con rinnovo per un altro anno a 6 milioni di euro, legato al numero di gol e di presenze, oltre che al raggiungimento del quarto posto in campionato. La mission della squadra prima della disfatta di Bergamo era quella, conquistare il pass che manca ormai da troppi anni e che porta dritti alla fase a gironi di Champions League. Per Zlatan uno schiaffo – sostenevano alcune fonti – , lui che sui social per augurare Buon Natale ai suoi seguaci ha pubblicato la foto di un leone a riposo col dito medio alzato, a indicare che “no, la fine del guerriero può ancora attendere”. Ibra si sente un leone, qualcuno ha aggiunto “è un altro chiaro messaggio al Milan”.

Al di là delle uscite sui social e di letture più o meno sensate, Ibra non ha mai scritto o parlato ufficialmente di trattative, accelerate improvvise o frenate clamorose. Agli amici si era lasciato scappare il desiderio di tornare in Italia, in rossonero, senza però mai svelare una data precisa. Ha scelto il Milan fin da subito, nessun occhiolino al Bologna, nessun contatto col Napoli. Solo il Milan. Ora – finalmente – lo strappo finale. Nessun cambio di rotta: l’offerta del Milan resta la stessa di un mese fa: 3 milioni di euro per un accordo di 6 mesi, fino a stagione conclusa. Va aggiunto poi (questa sì che è la vera novità) la garanzia di un mercato di gennaio importante, a inserire in organico almeno un tassello di qualità per ogni reparto. Ibra vuole il Milan, ma al Milan vuole un palcoscenico di livello. La Società cederà come minimo un difensore, un centrocampista e una punta (con le valigie in mano Kessie, Borini, Rodriguez, Rebic…). Il Fair Play Finanziario non consente manovre folli, ma con il giusto equilibrio tra uscite ed entrate (e un Ibra in più che al bilancio del Club farà solo il solletico) il mercato può offrire ai rossoneri soluzioni interessanti.

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia