Resta in contatto con Daily Milan

News

Coppa Italia: tornano Musacchio e Piatek. Pioli: «Col Toro convinzione e determinazione»

Avatar

Pubblicato

il

Quarto di finale a San Siro con vista sulla Juve. Verrà osservato un minuto di silenzio per la tragica scomparsa di Kobe Bryant e delle altre otto vittime dell’incidente di ieri sulle colline di Calabasas, zona a nord-ovest di Los Angeles. Rossoneri col lutto al braccio.

Stefano Pioli diramerà la lista dei convocati soltanto domani mattina. Qualche indicazione però il tecnico emiliano, in vista della sfida di Coppa Italia contro il Torino, l’ha già lanciata oggi, in conferenza stampa a Milanello: «Nella formazione ci sarà qualche cambio: saranno determinanti gli ultimi allenamenti per decidere l’undici iniziale». Cambi, per la verità, pressoché nulli in difesa, con soluzioni praticamente obbligate e dettate da infortuni e mercato: Calabria è out per un problema alla caviglia, Ricardo Rodriguez in uscita dal Club. Mateo Musacchio è pronto a subentrare a Simon Kjaer. Il grosso delle novità riguarderà invece la mediana e il reparto offensivo: Rade Krunic al centro farà coppia con Ismael Bennacer, Kris Piatek tornerà titolare al fianco di Ante Rebic dopo la panchina di Brescia.

Il Milan ha due ghiotte occasioni davanti a sé. Quella di allungare a cinque il filotto di successi consecutivi superando domani sera (ore 20.45, diretta Rai) il Torino di Mazzarri, che è reduce da sette scoppole incassate contro l’Atalanta, e quella di raggiungere la Juventus in semifinale di TIM Cup e tenere viva l’unica possibilità in stagione di sognare un trofeo, traguardo che oltretutto garantirebbe ai rossoneri l’accesso in Europa League. Al Meazza saranno presenti 35.000 tifosi: «Dobbiamo affrontare l’impegno con convinzione e determinazione – ha detto Stefano Pioli –. Partita importante, contro un avversario di tutto rispetto, ferito dall’ultimo risultato.»

Poco prima del fischio d’inizio, con un minuto di silenzio le due squadre e tutti i presenti al “Meazza” renderanno omaggio a Kobe Bryant, ex campione NBA e grande cuore rossonero scomparso ieri in un tragico incidente in elicottero nel quale hanno perso la vita anche la figlia Daniela (di appena 13 anni) e altre sette persone. Il Milan scenderà in campo con la fascia nera al braccio, in segno di lutto: «Kobe è stato uno dei più grandi giocatori di basket della storia, è stato un’icona – il ricordo di Pioli ai microfoni di Milan TV –. Trasmetteva sempre quella felicità di fare il proprio sport accompagnata alla massima determinazione. Racchiudeva una filosofia di vita e di sport impressionante. Sono appassionato di basket ed è stato uno shock. È un peccato che se ne sia andato così presto.»

Copyright © Daily Milan 2019 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia