Resta in contatto con Daily Milan

Primo Piano

Milan-Juve 4-2, le reazioni del post partita

Avatar

Pubblicato

il

Le dichiarazioni di Rafael Leao e Stefano Pioli al termine del big match di San Siro.

Stefano Pioli analizza così, ai microfoni di DAZN, l’impresa contro la Juventus di Maurizio Sarri: «I complimenti li giro ai miei giocatori, stanno dimostrando uno spirito incredibile, anche dalle difficoltà c’è voglia di reagire, sono stati premiati da un grande risultato e da una grande vittoria. Abbiamo portato avanti le nostre idee per raggiungere un obiettivo importante, fino a poco tempo fa la classifica non rispecchiava le nostra qualità, ci siamo ricompattati, la squadra sta bene soprattutto mentalmente. Non abbiamo ancora fatto niente, le prossime gare saranno molto impegnative, dobbiamo pensare subito al Napoli. Soddisfazione sì ma anche concentrazione, dobbiamo stare sul pezzo. Se possibile dobbiamo anche migliorare, in passato abbiamo pagato dazio e abbiamo imparato dai nostri errori. Il futuro? Non sto pensando per niente al 3 agosto, sto pensando alla gara col Napoli, a fare bene quello che mi piace fare. Siamo diventati squadra, ci conosciamo bene. Non sto pensando a cosa succederà il 3 agosto perché sto troppo bene con la squadra, quello che sarà sarà, non sono preoccupato per quello che sarà il mio futuro. Sarebbe giusto toglierci anche qualche altra soddisfazione per il lavoro che stiamo facendo. Il lavoro dello staff è stato importante anche durante il lockdown, anche in condizioni precarie i giocatori non hanno mai mancato le sedute collettive, anche chi aveva soltanto un tapis roulant o una cyclette. La squadra ora si conosce di più, ha un atteggiamento propositivo anche quando difende. Può succedere ancora di tutto e dobbiamo stare ancora molto attenti, gli avversari che ci attendono sono soltanto difficili. Siamo stati bravi a sfruttare l’episodio del rigore, da lì abbiamo ritrovato convinzione. Dispiace per i gol presi, potevamo difendere molto meglio. Nel primo tempo stavamo bene sul campo, la gara era equilibrata. Ci siamo fatti sorprendere sul primo gol e anche sul secondo dovevamo difendere meglio. Mi aspetto di finire bene il campionato e di centrare l’obiettivo per il quale siamo stati chiamati. Abbiamo passato anche momenti delicati, a volte non siamo riusciti a raccogliere risultati importanti. Il mio desiderio è di allenare, mi piace quello che faccio, ho trovato una squadra con cui sto bene, poi quello che sarà lo vedremo al 3 agosto. Non sto pensando al mio futuro, non è mai successo giocare in questo periodo, il dispendio di energia è importante, non posso spendere energie per pensare a situazioni che non dipendono solo da me. Stiamo bene ma non abbiamo fatto ancora niente, dobbiamo recuperare energie e pensare al Napoli, contro un grande avversario e contro un grande allenatore, lo ha fatto al Milan e lo ha confermato al Napoli».

Rafael Leao commenta il successo in rimonta ai microfoni di DAZN: «Abbiamo continuato a fare il nostro lavoro dopo lo 0-2, abbiamo meritato di vincere. La squadra ha reagito, ha lottato fino alla fine. Mancano tante partite per scalare la classifica, dobbiamo continuare così. Ibrahimovic? Mi ha dato sempre dei consiglia, mi ha aiutato, mi ha detto che col mio talento posso fare la differenza».

Copyright © Daily Milan 2020 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia