Resta in contatto con Daily Milan

News

Leao-Ibra, il Cagliari si arrende: finalmente è Wonder Milan!

Avatar

Pubblicato

il

I rossoneri tornano al successo in campionato dopo due pareggi e una sconfitta.

Zeta punto. Punto e a capo. Il Mago è tornato e con lui è tornato il Milan. Il teatro è quello di Cagliari, per l’occasione in versione sold-out (i sardi festeggiano oggi il centenaio del proprio Club). Secco due a zero e tanti cari saluti, un bottino da suddividere a metà tra Ibrahimovic e Rafael Leao, il maestro da una parte, l’allievo dall’altra, compagni d’attacco di un 4-4-2 che Stefano Pioli ha ridisegnato minuziosamente in settimana. È il modulo di Pioli ed è il modulo di Ibra, è nato dopo continui confronti tra i due a margine degli allenamenti a Milanello. È il Milan di Ibra e non potrebbe essere altrimenti.

Il Cagliari regge un tempo, tira un sospiro di sollievo su almeno quattro conclusioni dei rossoneri prima della pausa, poi, dall’immediato ritorno in campo, subisce lo svantaggio. Leao apre le marcature al 46′ e porta a due gli acuti personali in stagione (e in maglia rossonera), Ibra aggiunge il fiocco al 64′ poi accarezza il bis, ma in posizione irregolare di partenza su cross di Bennacer. Il gol a Zlatan in Serie A mancava da 7 anni e 8 mesi: 4-2 nel derby, su calcio di rigore. A Cagliari mette in archivio il suo 123° sigillo nel massimo campionato italiano. Ma gol a parte, la sua presenza in campo pesa. Pesa nella testa degli avversari e in quella dei compagni. È preoccupazione e stimolo, ecco perché il Milan ha scelto di affidare la sua rinascita al 38enne di Malmoe.

Il Milan di Ibra ingrana per costanza fisica e mentale. È solido e più coraggioso rispetto ai suoi predecessori, come voleva Stefano Pioli. Esce dalla Sardegna Arena con un voto pieno in più Samu Castillejo, finalmente titolare, eccellente sulla punizione che regala il vantaggio a Leao, spina nel fianco della formazione di casa e bestia nera per il malcapitato Luca Pellegrini. Promosso anche Theo Hernandez, ma l’ex Real Madrid non è più una sorpresa: l’assist a Ibrahimovic per il 2-0 porta la sua firma.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © Daily Milan 2020 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia