Resta in contatto con Daily Milan

Dopo circa 48 ore di riposo, concessi da mister Gattuso al rientro dalla tournée statunitense, oggi pomeriggio, la squadra, si ritroverà a Milanello per la ripresa dei lavori.

Nella giornata di oggi, comincia ufficialmente il nuovo corso del Milan targato Leonardo-Maldini e non solo. Comincia definitivamente l’era del “Pipita” Go0nzalo Higuain e di Mattia Caldara in rossonero. Inizia anche il rush finale della preparazione che porterà diritti al tanto atteso inizio di stagione. C’è fermento dalle parti di Milanello. Tra i tifosi ma anche tra gli addetti ai lavori, tra i giocatori e tra lo staff tecnico. C’è anche voglia, tanta voglia. Non si aspetta altro che vedere i nuovi acquisti sul campo, agli ordini di Gennaro Gattuso (lui per primo aspetta ansiosamente il primo incontro col nuovo difensore e il nuovo bomber rossonero). L’appuntamento è già fissato. Oggi pomeriggio alle 18.30, i campi di Milanello si ripopoleranno con i componenti della rosa milanista.

Innanzitutto ci sarà la probabile visita del nuovo dirigente Paolo Maldini che “si presenterà” e saluterà tecnico e squadra. Contemporaneamente ci sarà il benvenuto di tutti ai nuovi arrivati Caldara ed Higuain e, poi, si comincerà a fare sul serio. Anche se in realtà oggi non dovrebbe esserci un allenamento troppo pesante, contrariamente a domani (9 agosto ndr), in cui è prevista una doppia sessione tra mattina e pomeriggio. Finito il tempo degli esperimenti, ora il tecnico rossonero, dovrà dare l’impronta definitiva per portare la squadra pronta all’inizio di stagione (prima partita ufficiale il prossimo 19 agosto contro il Genoa). Per questo l’ultima amichevole che i rossoneri disputeranno il prossimo 11 agosto, non sarà una semplice amichevole. Sia per l’avversario (il Real Madrid) sia per il palcoscenico (stadio Bernabeu) sia perché da questa partita, Gattuso, capirà effettivamente chi è già pronto e chi invece ha bisogno ancora di tempo per entrare in forma. Ci sarà il probabile esordio di Higuain in rossonero (contro una delle sue storiche ex squadre) e “Ringhio” deve studiare l’impostazione tattica che più si addice all’attaccante argentino. Di tempo ce n’è poco, il lavoro da fare, è tanto.

Saluto con i dirigenti, abbracci, sorrisi, buonumore, entusiasmo ma, anche, mercato. Queste sono le parole che scandiscono al meglio la giornata odierna di Gattuso. Si, perché oltre alle note positive, c’è anche qualche nota stonata da affrontare per il mister calabrese che, oggi, dovrebbe avere un faccia a faccia con Riccardo Montolivo. il numero 18 rossonero, non era stato convocato per la tournée, appena conclusa, negli Stati Uniti. Per scelta tecnica, questa la motivazione. Dal canto suo Montolivo, probabilmente spiazzato da questa scelta di Gattuso, ha chiesto (ed ottenuto) un colloquio col mister per capire se davvero non ci siano più i presupposti per continuare insieme. Il mister incontrerà l’ex capitano ma, ormai, l’avventura rossonera di Montolivo, sembrerebbe essere davvero ai titoli di coda. Dopo che i due avranno parlato, il giocatore, in accordo con la società, prenderà una decisione. La rescissione del contratto potrebbe essere la soluzione più plausibile. Diverse sono  i club interessati a Montolivo, anche dall’estero ma, a spaventare le sue “spasimanti” è il lauto ingaggio che percepisce dal Diavolo. Leonardo potrebbe decidere così di lasciarlo libero, in modo tale che il Milan risparmierebbe sull’ingaggio e lui potrebbe accordarsi con chiunque molto più facilmente.

Tra Maldini, Higuain e Montolivo, verso l’inizio della nuova stagione, inizia il faticoso mercoledì di Gattuso.

 

 

Copyright © Daily Milan 2020 | Testata giornalistica | Aut. Tribunale di Biella n° 575 del 31 luglio 2012 | Direttore Editoriale: Luca Rosia