Resta in contatto con Daily Milan

Lucas Biglia – intervistato dal canale tematico rossonero, MilanTV – ha parlato della sua nuova avventura al Milan, tra passato e presente. Ecco le parole del numero 21 argentino.

Sul suo idolo: «Il mio idolo è sempre stato Redondo, ha giocato in grandissime squadre, tra cui anche il Milan. L’ho osservato molto, così come ho osservato molto Pirlo e Xavi. Redondo aveva grande qualità, non ha avuto grandi opportunità di giocare in Nazionale, ma è stato lui il mio idolo».

Su Kaká: «Sfida tra Anderlecht e Milan del 2007? Mi ricordo Kaká, dovevo marcarlo: un fenomeno, un vero campione. Conservo la maglia di quella,partita. Quella è stata la partita più difficile, quando giocavo in Belgio. Poi sono arrivato in Italia, campionato competitivo e ogni partita è difficile. Piano piano ho imparato».

Sul ruolo: «Il regista. La cosa più importante è dare equilibrio alla squadra, dare una mano alla fase offensiva e a quella di costruzione».

Sul Milan: «Penso all’amore storia, grandissimi campioni. È un sogno essere qui».

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.