Resta in contatto con Daily Milan

L'attesa

Cagliari-Milan è anche Cragno contro Donnarumma

Avatar

Pubblicato

il

La partita tra Cagliari e Milan di lunedì sera non è solo una sfida tra due squadre con uno stato di forma decisamente opposto, è anche una sfida diretta tra due dei portieri più apprezzati del campionato italiano. Sì, perché Gianluigi Donnarumma da un lato e Alessio Cragno dall’altro sono tra i più forti in Italia e rappresentano gli estremi difensori della nazionale del futuro. Se Donnarumma è già il portiere titolare della nazionale di Mancini, per Cragno la speranza di diventare vice Gigio è legata anche al fattore Sirigu, l’attuale secondo portiere dell’Italia. Ecco dunque un rapido confronto fra questi due talenti italiani.

Età

Partiamo dall’età, perché entrambi sono due portieri molto giovani. Gigio è un classe ‘99, Alessio un classe ‘94. Si sa che un portiere tendenzialmente riesce a giocare per più tempo rispetto a un calciatore (escluso Ibra, ovviamente) vedasi Reina o Buffon; sia Donnarumma che Cragno, dunque, hanno ancora una carriera intera davanti.

Esperienza

Nonostante i cinque anni di differenza, Donnarumma è un portiere più “esperto” rispetto al suo collega di reparto del Cagliari. Gigio, che ha esordito in Serie A a 16 anni e ci ha giocato solo con il Milan, ha disputato ben 194 partite nel massimo campionato italiano. Cragno, invece, ha iniziato dalla Serie B, con il Brescia. In Serie A, tuttavia, ha giocato anche lui complessivamente un buon numero di partite: 113 e tutte con il Cagliari. Per la nazionale, invece, Donnarumma ha disputato 22 partite, mentre Cragno solamente una, un’amichevole contro la Moldavia, da subentrato.

Le statistiche

In stagione, in campionato Cragno ha disputato tutte e 17 le partite del Cagliari, non saltando nemmeno un minuto. Donnarumma, invece, ha saltato solamente la gara contro la Roma, per via della sua positività al Covid. Minutaggio a favore del portiere del Cagliari, dunque, che tuttavia ha subito anche più gol: 34 contro le sole 16 reti subite dal portierone rossonero sui 19 gol totali presi dal Milan. È anche grazie ai suoi interventi che la squadra di Pioli subisce poco e si trova al primo posto della classifica.

Il futuro

Se è vero che il futuro è sempre difficile da scrivere, per questi due portieri la situazione è abbastanza chiara. Il rinnovo tra Donnarumma e il Milan sembrerebbe essere in dirittura d’arrivo. Le parti sono vicine e si attende solo la fumata bianca per capire anche le cifre dell’operazione. Un futuro ancora a tinte rossonere per il portiere di Castellammare di Stabia. Per Cragno, invece, si può dire che ormai è pronto per il salto in una big. Roma e Inter stanno pensando da tempo al portiere del club rossoblu, ma né una né l’altra hanno ancora fatto l’affondo decisivo. E chissà che Cragno non possa rimanere in Sardegna.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *