Resta in contatto con Daily Milan

Analisi

Donnarumma, rinnovo con il Milan: clima sereno, presto l’incontro. Il punto della situazione

Avatar

Pubblicato

il

Rinnovo Donnarumma: Gigio va in scadenza a giugno, a gennaio può già accordarsi con un altro club. Ma lui vuole restare al Milan.

La pratica “rinnovi” è aperta, apertissima e non c’è alcuna fretta di chiuderla. Nemmeno dopo il 3-0 subito contro il Lille, ieri a San Siro. Anzi, paradossalmente lo stop in Europa League potrebbe raffreddare gli umori, rallentare le operazioni e dare tempo alla trattativa di snodarsi senza troppe ansie. Però se ne parla. Di Gigio Donnarumma soprattutto, che va in scadenza il 30 giugno prossimo e tra due mesi potrebbe già accordarsi a parametro zero con un altro club. Ieri, nel pre partita di San Siro, il direttore tecnico Paolo Maldini è tornato sull’argomento. Il Milan deve incontrare gli agenti, quello di Gigio è il temibile Mino Raiola: «Ogni settimana è buona, i contatti ci sono, abbiamo incentrato tutto su una chiarezza estrema. Andiamo avanti sulle varie trattative, non c’è una settimana che può essere migliore delle altre».

Rinnovo Donnarumma: la priorità

Confermare Donnarumma tra i pali per altre stagioni è la priorità oggi in casa Milan. Gigio viene prima di Hakan Calhanoglu e di Zlatan Ibrahimovic, anche loro in scadenza a fine stagione. Ma per convincere il giocatore serve uno sforzo, un sacrificio che Elliott potrebbe anche fare senza storcere troppo il naso. La proprietà in tempi non sospetti infatti è stata chiara: nessuna pazzia, a meno che non si tratti di operazioni per trattenere campioni fondamentali alla crescita del progetto. E Gigio certamente è uno della lista.

Rinnovo Donnarumma: le cifre

Al Portello il clima è sereno. Così come il rapporto con Raiola è tornato su frequenze più normali, dopo anni di attriti anche a mezzo stampa. Vige cautela e riservatezza attorno al tema, tanto che nemmeno Maldini nelle sue uscite in tv vuole sbilanciarsi troppo. Il Milan e Raiola presto si incontreranno – bisogna capire se sarà possibile fisicamente o attraverso contatti esclusivamente online – per affrontare il punto centrale, l’ingaggio. Donnarumma chiede 7,5 milioni di euro a stagione netti, oggi ne percepisce 6. C’è poi un secondo ostacolo da superare, la clausola rescissoria. Raiola l’ha fissata a 35 milioni di euro. A quella cifra, in caso di mancata qualificazione alla Champions League, Donnarumma potrebbe salutare Milanello. Il Milan spinge per arrivare a quota 50.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *