Resta in contatto con Daily Milan

Calciomercato

Ecco il nuovo jolly francese di Stefano Pioli. Al raduno sarà a Milanello

Pubblicato

il

Spetterà a Pioli valutare il giovane talento durante la preparazione.

Il calciomercato è ufficialmente cominciato e i tifosi sono impazienti di conoscere quali saranno realmente i volti nuovi del Milan. Nella sessione di mercato estiva dello scorso anno, i rossoneri chiusero per l’acquisto di Yacine Adli. La società, sia per acquistarlo ad un prezzo vantaggioso sia per farlo giocare con continuità, decise di lasciarlo un altro anno al Bordeaux. Ora, dopo un’altra stagione di esperienza, è pronto ad aggregarsi al gruppo di Stefano Pioli.

Formazione calcistica e rendimento

Il classe 2000 è cresciuto nelle giovanili del Paris Saint-Germain e le sue qualità tecniche furono sin da subito fuori discussione. Il calciatore, infatti, ha presenziato in tutte le rappresentative giovanili della sua Francia partendo dall’Under 16 fino all’Under 20.
Nel 2019 il club parigino decide di cederlo al Bordeaux, squadra che gli ha consentito di esprimersi con continuità e di avere una crescita importante. In Ligue 1 il ragazzo conta 100 presenze, 99 con i Girondini e 1 con il PSG. Numeri niente male per la sua giovane età, ai quali dobbiamo anche sommare 6 gol.

Attitudine all’assist

Adli è un centrocampista offensivo, ma più che segnare ama assistere i suoi compagni e creare gioco. In questa stagione, dove è stato utilizzato in una posizione più avanzata rispetto a quelle passate, ha messo a segno solamente 1 gol ma ha fornito ben 8 assist. Toccherà a Pioli valutarlo durante il periodo che precederà l’inizio della nuova stagione e decidere se tenerlo con se o mandarlo a fare una esperienza che gli consenta di giocare un maggior numero di partite.

Cosa può dare al Milan

Sulla trequarti il Milan, con molta probabilità, interverrà con l’acquisto di un profilo che dia più certezze, ma la sua duttilità gli permette di ricoprire anche gli altri ruoli del centrocampo e per questo potrebbe rivelarsi una pedina preziosa. La speranza è che si possa rivelare un giocatore importante per il nostro futuro, soprattutto perché Maldini e Massara ci hanno già abituati ai colpi di genio e lui potrebbe essere l’ennesimo.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.