Resta in contatto con Daily Milan

Casa Milan

Elliott pronto a cedere il Milan per 1 miliardo di euro. Lo scenario

Pubblicato

il

Che il Fondo Elliott voglia cedere il Milan non è una novità. È dal primo giorno operativo con a capo la nuova gestione, superato il caos cinese, che si parla di gestione temporanea. Era ed è l’obiettivo della famiglia Singer, a capo della Elliott Management che amministra il Milan e i suoi asset dal 2018. Non sorprende, quindi, la notizia che da ore rimbalza sui siti di tutto il mondo e che dà per molto probabile un nuovo passaggio di proprietà del Club rossonero.

Circa un mese fa Investcorp, fondo del Bahrain con 13 sedi sparse per il mondo, governato per il 20% dal fondo sovrano di Abu Dhabi Mubadala e con asset di quasi 34 miliardi, ha avviato una trattativa in esclusiva con Elliott per l’acquisizione di A.C. Milan. Operazione da 1 miliardo di euro debiti inclusi, questo è il prezzo fissato dal fondo americano e che non si discosta molto dalla valutazione pubblicata da Bloomberg (1,1 miliardi). Affare che a Elliott fa gola e non poco, avendo prelevato e poi salvato la Società rossonera nel 2018 per 400 milioni di euro e avendone investiti in totale 700 (al netto dei due bond emessi al cinese Yonghong Li e poi rimborsati).

Il negoziato va avanti da settimane ma non è prossimo a sviluppi decisivi. Si concluderà solo e soltanto se Elliott riceverà garanzie dalla nuova proprietà circa l’intenzione di continuare a investire sul Club in linea con i miglioramenti pianificati e sviluppati in questi anni. Dopo la parentesi cinese il Milan è cresciuto su più fronti, non solo su quello sportivo che lo vede saldamente lottare per lo scudetto e in corsa per conquistare la Coppa Italia. È di pochi giorni fa la notizia che A.C. Milan è risultato il brand più in vista nel mercato Usa e in quello cinese, almeno tra quelli relativi ai club calcistici italiani.