Resta in contatto con Daily Milan

Milanello

Europa League, Pioli: «Dobbiamo arrivare fino in fondo». Domani il Celtic

Avatar

Pubblicato

il

«Ibra è ok. Dispiace per Calhanoglu, troveremo la soluzione migliore». Le parole del tecnico alla vigilia dell’esordio nella fase a gironi.

Dal derby all’Europa League, il Milan di Pioli cambia palcoscenico ma non obiettivo: vincere e aumentare il bottino di vittorie: «Ci sono solo aspetti positivi, quindi dobbiamo cavalcare l’onda dell’entusiasmo. Per noi e per i tifosi il derby valeva tanto, dobbiamo sentire di nuovo ciò che abbiamo sentito mentre andavamo allo stadio per sfidare l’Inter».

Pioli non vuol sentir parlare di Milan favorito: «I pronostici sulla carta non valgono nel calcio – racconta alla vigilia del match prima della partenza per la Scozia –. Dobbiamo solo cercare di giocare meglio dei nostri avversari, così ci saranno più possibilità di vincere. Sarò soddisfatto se rimarremo dentro l’Europa League, abbiamo fatto tanto per arrivarci».

Il Milan dovrà fare a meno di Hakan Calhanoglu: «Mi dispiace che Hakan si sia fermato, ma ho la fortuna di avere tanti altri giocatori a disposizione, anche con caratteristiche diverse. Troveremo la soluzione migliore per mettere in campo una squadra competitiva domani sera». Il sogno è raggiungere la finale: «Ho fiducia nella squadra, ed è molto chiaro che l’obiettivo è provare a tornare in Champions. Quindi questa è una delle due strade. Stiamo crescendo tanto, siamo un club prestigioso e bisogna pensare a vincere. In Europa le partite sono delicate e il nostro girone è difficile ed equilibrato, dobbiamo partire bene per cercare di arrivare in fondo».

«La squadra sta bene – ha aggiunto Pioli –, è la testa che comanda le gambe. Zlatan è ok, così come i suoi compagni. E deciderò la formazione domani mattina. Hauge e Dalot? Sono giovani ma hanno dimostrato subito grande capacità di adattamento. si sono inseriti, hanno delle buonissime qualità, sono disponibili e pronti per giocare».

Nessuna squadra del girone va sottovalutata: «È molto equilibrato, nessuna delle quattro è stata fortunata nel sorteggio. Sono in campo valori importanti, non ci sono favoriti, sarà una battaglia fino all’ultima partita. Ma noi vogliamo passare».