Resta in contatto con Daily Milan

«Lunedì prossimo in società arriverà il nuovo direttore finanziario e sarà completata la prima linea del management». Marco Fassone parla ai microfoni di Milan TV: «Con Donnarumma è stato determinante Mirabelli con le sue intenzioni. Su Bonucci invece ci ha spronato mister Montella, perché Mirabelli era perplesso. Con Marotta c’è stato un solo incontro e siamo riusciti ad avvicinare le nostre posizioni. Aspetto il preliminare con un po’ di trepidazione, è una coppa importante e molto faticosa dal punto di vista logistico ma è quella giusta per prepararci alla Champions League. Montella ci dà serenità ed è soddisfatto, sappiamo che la nostra strategia dà difficoltà all’allenatore nel trovare l’amalgama ma sembra che questo gruppo sia unito sempre più».

Le altre dichiarazioni: «Oggi farò i conti sulle entrate e sulle uscite. Montella e Mirabelli mi stanno dando indicazioni chiare sulle priorità e voglio capire se ne posso fare una, due, tre o nessuna. Mi serve qualche giorno per capire se posso fare ancora qualcosa, ma da qui alla fine del mercato qualcosa faremo sicuramente. Prenderemo calciatori top nel loro ruolo. Spendere tre milioni per un prestito non significa aver preso un giocatore più scarso rispetto a uno costato cinquanta milioni. Chi arriverà sarà sicuramente nel suo ruolo un giocatore eccellente. Fair Play? La UEFA ci ha dato la possibilità di un’ulteriore discussione e ne sono felice, se ne riparlerà a ottobre e la procedura si concluderà entro Natale. Avendo cambiato proprietà, il Milan ha potuto fare il voluntary agreement. Questo dà la possibilità alla nuova proprietà di fare investimenti per un anno e poi potersi rimettere in linea».

L’intervista integrale è su acmilan.com: CLICCA QUI!

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.