Resta in contatto con Daily Milan

Opinioni

Galliani: «Ibra è un totem, Pioli ha trovato la quadratura del cerchio»

Avatar

Pubblicato

il

L’ex A.D. rossonero oggi al Monza: «Abbiamo grandi obiettivi».

Il Monza è stato battuto in amichevole oggi dall’Inter, 1-0, sui campi della Pinetina. Per la prima volta, Adriano Galliani, oggi amministratore delegato del Club biancorosso, ha varcato i cancelli del centro sportivo nerazzurro. A margine della partita ha rilasciato alcune dichiarazioni sul Milan, la Juventus di Pirlo e il cammino della società brianzola verso il grande calcio.

IL MILAN: «C’è molto amarcord con Ibra, ricordo ancora quando lo presi dal Barcellona 10 anni fa. Un giocatore straordinario dentro e fuori dal campo, un totem. Bisogna dare atto a Pioli di aver trovato la quadratura del cerchio, con ragazzi molto bravi. Anche se sono qui resto milanista, dopo 31 anni non si può cambiare bandiera».

LA JUVE DI ANDREA PIRLO: «Risente solo dall’assenza di Ronaldo, con lui avrebbe vinto con Crotone e Verona. Ma mi rende orgoglioso che sia un altro dei nostri ex diventati grandi allenatori: siamo stati una grande palestra. Andrea è un predestinato, gli avevo detto che sarebbe arrivato in prima squadra ma non mi aspettavo ci riuscisse in tre giorni. Ha tutto per diventare un grande».

TANTI EX ROSSONERI IN PANCHINA: «Oltre a a Gattuso ci sono anche De Zerbi, D’Aversa, Oddo, Brocchi, Stroppa, Nesta, Pippo Inzaghi e Carlo Ancelotti. Di questo sarà orgoglioso anche Berlusconi».

LA MISSION DEL MONZA: «Si tratta del nostro presente e speriamo anche il futuro. Il nostro sogno è quello di portare già dal prossimo anno il Monza in Serie A. Il presidente Berlusconi è così tifoso che mi ha chiamato all’intervallo dell’amichevole. Abbiamo grandi obiettivi».