Resta in contatto con Daily Milan

Il nome di Zlatan Ibrahimovic è da un po’ di tempo sulla bocca di tutti: tornerà al Man. United, andrà in USA oppure troverà una nuova squadra in Europa? Tutte domande lecite, visto che si parla di uno degli attaccanti più forti, in grado di fare reparto da solo. Sì, perché lo svedese è ancora svincolato e, dopo il grave infortunio dello scorso anno, sembra – almeno dai video Instagram – essere tornato quello di un tempo.

Il classe ’81 avrebbe bisogno di ancora un qualche mese per tornare al 100%; si parla di Novembre, ma come spesso ci ha insegnato lo stesso Zlatan, le tappe potrebbe venir bruciate molto rapidamente. Ci sono molte squadra che sarebbero disposte a dargli una chance, senza però arrivare allo stipendio altissimo che ha perepit il giocatore fino allo scorso anno.

Tra le squadre maggiormente interessate ci sarebbero proprio i Red Devils con un contratto a presenze, tutelandosi sul rientro dall’infortunio. Ricordiamo che – anche se parliamo di Ibra – tornare dalla rottura del crociato, non è mai semplice soprattutto perché il ragazzo non è più giovanissimo e le 35 primavere potrebbero farsi sentire. Nonostante ciò i medici hanno piu volte sottolineato l’integrità fisica del giocatore. «Ginocchio che non può appartenere ad uno con 20 anni di carriera. Mai visto una cosa del genere» dissero al momento dell’operazione.

Nome caldo delle ultime ore è più che altro un’ossessione dello stesso giocatore. Che estate sarebbe senza la classica voce “Ibra al Milan”? E infatti, anche quest’anno la bomba è stata sganciata: i rossoneri starebbero pensando al suo incredibile ritorno. Zlatan, che mai ha nascosto la sua volontà di tornare anche solo da dirigente,  sarebbe disposto a ridursi l’ingaggio pur di rimettersi in discussione in un campionato competitivo come l’attuale Serie A.

La trattativa è molto complicata, sia perché lo svedese non è più giovanissimo e Mirabelli-Fassone stavano puntando su altri profili; sia perché l’agente del giocatore è quel Mino Raiola con cui il Milan non ha ottimi rapporti dopo la vicenda Donnarumma. La trattativa potrebbe essere vantaggiosa per entrambe le parti, ma se dovesse andare in porto, il Diavolo dovrebbe comunque comprare un’altra punta. Impensabile rimanere fino a Dicembre con André Silva e il giovane Cutrone.

Fassone e Mirabelli continuano però a lavorare in primis su Belotti e Kalinic. Ibrahimovic è solo una suggestione, ma… “che estate sarebbe senza un Ibrahimovic al Milan“?

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.