Resta in contatto con Daily Milan

Jack Bonaventura e Jesus Fernandez Suso: «Ecco le carte rossonere più preziose del mazzo, che sparigliano il gioco e portano punti».

Ci sono due giocatori nello scacchiere rossonero che sono più importanti degli altri, più decisivi. Per Vincenzo Montella sono ormai diventati imprescindibili Jack Bonaventura e Jesus Fernandez Suso, veri talismani di questa squadra, i due jolly, come ha aperto l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport. Conti alla mano, il Milan ha realizzato in questa stagione 31 gol: 9 sono stati messi a segni dalla coppia J&J (5 Jesus, 4 Jack, ndr), senza dimenticare 5 assist (4 lo spagnolo, 1 l’italiano, ndr) e 7 passaggi chiave che hanno poi portato a una realizzazione. 21 reti su 31 sono passate per i loro piedi, il 67,7%.

Marchio di fabbrica

La rete realizzata nel match di giovedì sera (contro il Torino, ndr) da Jack Bonaventura è una fotocopia del gol di Doha alla Juventus. Un marchio di fabbrica che rende bene l’idea dell’affiatamento che c’è tra i due esterni. «Quando si accendono loro il Milan ha ottime possibilità di svoltare», scrive Marco Pasotto sulla rosea. E anche Vincenzo Montella l’ha capito, tant’è che prende sempre più corpo la possibilità di spostare definitivamente il numero 5 rossonero sulla fascia sinistra, inserire Andrea Bertolacci a centrocampo e lasciare in panchina M’Baye Niang, così da permettere all’attaccante francese di essere decisivo una volta subentrato a partita in corso.

Giacomo Bonaventura

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.