Resta in contatto con Daily Milan

Campionato

Le pagelle rossonere di Milan-Liverpool: Kessié il peggiore, pioggia di 5,5

Pubblicato

il

Maignan 5,5 | Inizia male la partita. Sbaglia due rinvii dal fondo e si dimostra poco sicuro sbagliando un’uscita semplice. Non perfetto nel respingere il primo gol.

Kalulu 6 | Un po’ timido nel primo tempo. Ma dimostra come sempre di essere una valida alternativa, forse anche titolare.

Florenzi 5,5 | Entra male in campo, tutt’altro che positiva la sua partita.

Tomori 6 | Primo tempo fenomenale (partita mostruosa) e da sogno (gol che accende la speranza di San Siro). Nel secondo tempo svolge probabilmente la peggior prestazione in maglia rossonera. Il 2-1 dei Reds arriva da una sua disattenzione.

Romagnoli 6 | Uno dei migliori nel primo tempo. Nel secondo sbaglia poco, se non la reattività sulla respinta di Maignan nella rete del vantaggio del Liverpool.

Hernandez 5,5 | Non è questo il Theo Hernandez che serve. Primo tempo inguardabile, sbaglia tutto in fase difensiva e pressoché inesistente in fase offensiva. Cresce nella ripresa.

Tonali 6 | Perché Pioli lo toglie sempre?

Bennacer 6 | Entra con il solito dinamismo e con la solita qualità.

Kessie 5 | Perde la marcatura di Salah sul gol del pareggio. Sbaglia tre verticalizazzioni che avrebbero indirizzato il Milan a tu per tu con Alisson e, quando ha l’occasione per farsi perdonare, a tu per tu con Alisson sbaglia pure. Se questo è il Kessié da quasi 10 milioni l’anno, quella è la porta.

Messias 6 | Nulla da dire. Punta l’uomo e prova sempre a creare occasioni da gol. Se l’abbiamo preso un motivo c’è.

Diaz 6 | Può far di più. Ma dimostra sempre di cosa è in grado di fare qualitativamente. Crescerà.

Saelemaekers 5,5 | Rientra sempre, ci mette una vita a crossare (sempre a mezz’altezza), e sotto pressione va in confusione. È successo sempre in questa Champions e ogni tanto succede anche in campionato. Non m’interessa l’aspetto tattico, Messias qualitativamente è superiore e più performante di Alexis. Poi, per fortuna del Milan, l’allenatore non sono io. Però per il momento il posto da titolare lo merita il brasiliano.

Krunic 6 | Lotta sempre. Poi palla al piede se proprio vogliamo analizzarlo non sbaglia tanto come prima.

Bakayoko 6- | Prima cosa che fa: sbagliare un controllo semplice che rischia di chiudere la gara in favore del Liverpool. Poi trova il tempo di farsi perdonare con due verticalizazzioni che avrebbero potuto fruttare almeno un gol…. non fosse stato per Kessié.

Ibrahimovic 5,5 | Doveva essere il campione del Milan che tornava in Coppa dei Campioni. Doveva. Champions da dimenticare, ma te lo perdoniamo Zlatan, mica è colpa tua.

Pioli 6 | È il voto al percorso svolto. Comunque sufficiente. Perché al momento del sorteggio tutti noi avremmo firmato per giocarcela fino in fondo, e, fino all’errore di Kessié, il Milan è stato vivo. Non è mai andato a picco contro nessuna squadra, è stato penalizzato da evidenti errori arbitrali (l’Atletico passa il girone grazie al rigore di Suarez) ed è sempre uscito a testa alta. Peccato per le due partite col Porto e appunto per aver avuto Cakir contro l’Atletico.