Resta in contatto con Daily Milan

Primo Piano

Leao, è l’ora della verità

Avatar

Pubblicato

il

Manca pochissimo alla sfida di Champions League contro l’Atletico Madrid. L’adrenalina sale e il Milan di Pioli dovrà cercare di tenere il pallino del gioco contro la squadra di Diego Simeone. Per tentare di partire forte, l’allenatore rossonero potrebbe scegliere di puntare sin da subito su Rafael Leao.

Da inizio stagione l’attaccante portoghese ha giocato più di 480′ tra campionato e coppe, mettendo a segno 2 reti in Serie A e sfornando un assist in Champions League.

Classe ’99, Leao sta mostrando un piglio diverso rispetto alle passate stagioni in rossonero. L’attaccante sembra essere cresciuto fisicamente e tecnicamente; molto bravo nel saltare l’uomo, Rafael cerca di andare ad impensierire le difese avversarie non appena si presenta l’occasione.

E’ maturato l’attaccante, così come i suoi compagni di squadra che sotto la guida di Pioli stanno tirando fuori il loro meglio. Nell’ultimo match disputato contro lo Spezia, Leao è subentrato nel secondo tempo e gli effetti del suo ingresso si sono visti sin da subito. Incursioni, corsa, tiri capaci di impensierire (e non poco) la difesa ligure: il repertorio è stato vasto.

Nonostante non sia arrivato il gol per lui, è stato comunque uno dei protagonisti della vittoria. Leao, dunque, che può risultare un giocatore molto importante nello scacchiere di Pioli sia che parta dall’inizio sia che entri a partita in corso.

Sicuramente, continuando su questa strada, Rafael Leao potrà migliorare ancora molto. ll talento c’è, si vede, può e deve essere affinato. Ma, su ciò, saprà lavorare Stefano Pioli che con questo gruppo ha fatto e sta facendo bene anche sotto il punto di vista del gioco e della mentalità. Quella mentalità che Leao dovrebbe rendere un pizzico più “pungente”.

Tra poche ore scopriremo se sarà o meno titolare. Di certo, indipendentemente dal minutaggio messo a sua disposizione, darà il massimo per contribuire ad una buona prestazione da parte della squadra.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *