Resta in contatto con Daily Milan

Primo Piano

Lecce-Milan, le pagelle: Castillejo onnipresente, rimandato Gabbia

Avatar

Pubblicato

il

Grande vittoria per i rossoneri, Castillejo segna e convince. Da rivedere Gabbia, ancora acerbo.

Pagelle Lecce-Milan: il migliore

Castillejo: 7.5
È tornato più carico che mai. Corre come un dannato sia in attacco sia in difesa, pressando tutti i giocatori salentini. Realizza un gol meritatissimo che vale il momentaneo 1-0 rossonero.

Pagelle Lecce-Milan: il peggiore

Gabbia: 5.5
Entra al 40’ sostituendo l’infortunato Kjaer. Gioca una partita tutto sommato ordinata ma appare timido in alcune situazioni, causando il fallo del rigore per il Lecce e subendo le incursioni di Babacar. Da rivedere.

Pagelle Lecce-Milan: gli altri voti

Donnarumma G.: 6
Finisce la partita con i guantoni ancora puliti, non dovendosi mai trovare a respingere tiri avversari. Si fa trovare pronto anche con i piedi, con palle lunghe precise e ordinate. Spiazzato solo dal rigore (molto dubbio) di Mancosu.

Conti: 6.5
Realizza l’assist per il 4-1 targato Leao e dimostra personalità anche nelle incursioni offensive. L’atteggiamento del numero 12 rossonero oggi è sembrato quello giusto, per un ragazzo che ha bisogno di continuità.

Kjaer: 6
Dopo 40 minuti è costretto a uscire dal campo a causa di un infortunio. Tuttavia, stava giocando anche lui una gara solida e attenta, confermando l’ottimo match disputato contro la Juve.

Romagnoli: 6.5
Partita controllata anche da parte del capitano. Mai in ritardo e sempre puntuale nelle chiusure sui difensori giallorossi. È il leader assoluto della squadra.

Hernández: 6.5
Partita nel complesso ordinata, senza sbavature. Dà il solito grande apporto in attacco e per poco non sfiora il gol. Ottimo anche in fase difensiva. Una certezza.

Kessie: 6
Tanta corsa in mezzo al campo e anche una discreta qualità nei passaggi. L’ivoriano è apparso in forma e con la sua potenza fisica è riuscito a dare un contributo importante anche in difesa, limitando i giocatori del Lecce.
Dall’87’ Paquetà: S.V.

Bennacer: 6
Perde qualche pallone di troppo, ma sa sempre come rimediare. Orchestra il centrocampo rossonero con i suoi passaggi e si fa sempre trovare pronto per ricevere palla. Tutto sommato un Bennacer convincente.

Calhanoglu: 6.5
Tanta qualità e quantità in mezzo al campo, come dimostrano i due assist per Castillejo prima e per Rebic poi. Non riesce a trovare la via della rete, ma ad oggi rappresenta un giocatore fondamentale nello scacchiere di Pioli.

Bonaventura: 7
Passano gli anni, ma Jack non si smentisce mai. Segna il gol del 2-1 e dà una scarica di energia ai compagni, abili poi nel chiuderla definitivamente. Con le sue qualità riesce spesso a far male ai difensori salentini.
Dall’87’ Biglia: S.V.

Dal 68’ Saelemaekers: 6
Entra al posto di Castillejo e mostra subito una grande personalità, non rinunciando a giocare il pallone.

Rebic: 7
Si riscatta totalmente dal fallo ingenuo che gli è costato l’espulsione in Coppa Italia. Gioca una partita di grande sacrificio, occupando il ruolo di prima punta, non proprio la sua posizione ideale. Riesce comunque a segnare, dopo una sgaloppata di cinquanta metri palla al piede.
Dal 68’ Leao: 6.5
Entra e trova subito il gol del definitivo 4-1. Un’iniezione di fiducia che non potrà far altro che giovare al talento portoghese.

Pioli: 7
Prepara una gara impuntata all’attacco, con un pressing asfissiante verso i giocatori del Lecce nella prima mezz’ora di gioco. I suoi sanno sempre come muoversi e i risultati non tardano ad arrivare. Ben fatto Mister.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *