Resta in contatto con Daily Milan

Calciomercato

Maldini e Massara hanno rinnovato. Il Milan ha in canna un colpo in attacco

Pubblicato

il

Mancava un tassello al puzzle, il tassello più importante. Nella serata di ieri Paolo Maldini e Frederic Massara hanno rinnovato il loro legame con il Milan per altre due stagioni. In extremis è arrivata la doppia stretta di mano che conferma i due dirigenti a capo dell’area tecnica e sportiva del club. Prolungamento di due anni con opzione su quello successivo e aumento dello stipendio. Si attende ora la ratifica del CdA e l’annuncio ufficiale, che arriverà probabilmente già nella giornata di oggi.

«È tutto a posto, all’ultimo abbiamo rinnovato. Siamo contenti di essere qui e di programmare un futuro sempre vincente», ha commentato in serata Maldini. Sul Milan della prossima stagione l’ex capitano ha poi aggiunto: «Adesso vediamo, c’è tempo. Siamo partiti un po’ in ritardo ma recupereremo. Sono molto felice, anche se magari non si vede».

Sul fronte mercato qualcosa si sta muovendo. Dopo Origi, il prossimo colpo del nuovo Milan di Pioli sarà un big. Il nome caldo è quello di Paulo Dybala, da oggi libero sul mercato a parametro zero. Nelle scorse settimane intermediari del Milan hanno avanzato i primi sondaggi informali. Nelle prossime ore l’entourage dell’argentino incontrerà la dirigenza rossonera a Casa Milan: si entrerà più nei dettagli, l’intento è capire se ci sono tutte le condizioni per intavolare una vera e propria trattativa. Si pensa a Dybala ma i nomi non mancano: per rafforzare il reperto offensivo piacciono Asensio del Real Madrid, De Ketelaere del Club Brugge e – ultimo volto inserito sulla lista – Ziyech del Chelsea.

Per la difesa, invece, Botman è sfumato definitivamente. L’olandese andrà al Newcastle come da lui stesso confermato in una recente intervista: «Il loro ambizioso progetto – ha dichiarato l’ex Lille –, combinato con il fatto di giocare in Premier League, è stato il fattore decisivo. Ho sognato per tutta la vita di giocare nel campionato inglese. Anche il Milan mi dava buone sensazioni, ma il Newcastle alla fine mi è sembrato un po’ meglio».