Resta in contatto con Daily Milan

Milanello

Meite: «Il 18 non è scelto a caso, il Milan l’occasione della mia carriera»

Avatar

Pubblicato

il

Si è tenuta oggi pomeriggio alle 14 la conferenza stampa del primo acquisto della sessione di mercato invernale del Milan: Soualiho Meite. Ecco di seguito le sue parole.

SUL PASSATO GRANATA: «Al Torino non si vinceva da tante partite e anche dal punto di vista mentale si entrava in campo un po’ demoralizzati. Qui invece giochiamo e ci divertiamo».

SUL NUMERO DI MAGLIA: «Non Ho scelto il mio numero a caso, ho scelto il 18 perché è stato quello che presi quando feci il mio esordio in prima squadra».

SU PIOLI: «Lavora in modo diverso, chiede sempre pressing alto e per me che sono un centrocampista è la maniera migliore per lavorare. Ha una maniera diversa di allenare rispetto a Giampaolo, vedono il calcio in maniera differente. Con Pioli le cose vanno bene, con Giampaolo al contrario vanno male. Il mister ha la sua maniera di giocare e a noi piace tanto».

SUL MILAN E KESSIE: «Momento emozionante della mia carriera, il Milan è la squadra più grande in cui sono stato. Quando arrivi in un club primo e con Ibra che fa così a 40 anni, io posso solamente prendere esempio e fare ancora di più. È l’occasione che potrebbe cambiarmi la carriera, devo sfruttarla al meglio. Mi sono trovato molto bene con Kessie, per me è un’amico oltre che un compagno di squadra».

SULLE TRECCINE: «Quando sento il nome di Gullit su di me mi fa molto piacere perché è stato un grande giocatore elegante e tecnico. Desailly? Sono francese e quindi lo conosco ma lui è una cosa e io sono Meite. Io devo scrivere la mia storia».