Resta in contatto con Daily Milan

Ottima prima uscita dei rossoneri di Montella. Il Milan batte in scioltezza il Lugano per 4-0. Cutrone dopo appena un minuto di gioco apre le danze, Crociata allunga e Sosa chiude il match. Nel finale c’è anche la gioia personale per Gustavo Gomez, dopo una partita rude ma ordinata.

Tabellino della partita: Lugano-Milan 0-4 (2′ Cutrone, 63′ Crociata, 83′ Sosa, 89′ Gomez).

A.C. Milan (1°tempo): Storari, Abate, Paletta, Musacchio, Ricardo Rodriguez, Kessie, Montolivo, Bertolacci, Borini, Cutrone, Calhanoglu.

Il primo tempo ha visto un Milan partire fortissimo, trovando subito il goal: combinazione perfetta Kessie-Bertolacci, che imbuca per Cutrone. Il giovane davanti alla porta non sbaglia. I ritmi calano subito e i pochi allenamenti si fanno sentire. Il Lugano cresce ma il Milan si chiude in maniera ordinata e intelligente, rendendosi molto pericoloso in ripartenza con Rodriguez – ancora macchinoso in impostazione ma ottimo in zona offensiva – e con Cutrone. La prima frazione scivola velocemente con un singolo rischio per i rossoneri sventato da un attento Marco Storari.

A.C. Milan (2°tempo): Gabriel, De Sciglio, Zapata, Gomez, Antonelli, Sosa, Zanellato (Gabbia dall’85°), José Mauri, Niang, Bacca, Crociata (Simic dall’85°).

Nella ripresa mister Montella rivoluziona la squadra. In campo tutte le seconde linee e gli uomini di mercato. E’ però ancora il Milan a fare partita e dopo aver spinto molto, trova il raddoppio. José Mauri mette Crociata davanti alla porta con un ottimo filtrante; il giovane esterno la piazza. La partita continua su ritmi blandi, senza alcun pericolo per la porta di Gabriel. Dopo alcune discese di Niang, concluse in amlamente dal francese, i rossoneri trovano la terza rete con una bellissimo gesto tecnico di Jose Sosa, stop sopraffino e ‘palla in buca’. Il Lugano oramai non tenta nemmeno più di ripartire e a pochi minuti dal 90°, arriva anche il quarto goal di Gustavo Gomez sugli sviluppi di un corner calciato benissimo ancora da un ottimo Sosa.

Termina così il primo match stagionale del Milan. Nonostante la condizione non ottimale, buonissima prova da parte dei rossoneri che hanno dato ottime risposte a Montella. Buone prestazioni per i nuovi acquisti: Borini e Kessié su tutti. Il primo unisce altruismo, sacrificio e qualità, mentre il secondo si è rivelato una vera e propria forza della natura. Calhanoglu si è rivelato un po’ spento e giù di condizione, ma non dimentichiamo che il ragazzo è fermo da più di tre mesi. Nel secondo tempo giocano tutti abbastanza bene, nonostante i ritmi non siano esaltanti. Da Niang, che rimane poco lucido davanti alla porta, fino a José Mauri e Sosa, eccelenti in fase di rottura e impostazione. Notizie molto positive anche dalla difesa. Tutti e quattro, Musacchio compreso, hanno risposto presente alla chiamata di mister Montella.

Domani sarà giornata di riposo per i rossoneri, mentre venerdì ci sarà la partenza per la Cina con un occhio al sorteggio del 3° turno preliminare di Europa League.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.