Resta in contatto con Daily Milan

La prossima sarà una settimana chiave. Incassata la chiusura della Fiorentina per Kalinic, che nonostante le uscite pubbliche del croato si è detta lontana dall’accettare le richieste del Milan, il duo Fassone-Mirabelli ha spostato nuovamente le attenzioni su Pierre-Emerick Aubameyang, classe ’89, “vecchia” conoscenza dei rossoneri oggi al Borussia Dortmund.

La trattativa per il nazionale francese resta complicata da scalare. Il giocatore attende il 15 luglio, ossia la chiusura del mercato cinese, per capire quanto le avance del Tianjin Quanjian (disposto, pare, a offrirgli 30 milioni di euro a stagione) possano realmente tramutarsi in contatti concreti.

«Siamo aperti al dialogo con altre squadre, ma non aspetteremo tanto tempo» ha dichiarato il direttore sportivo dei tedeschi Michael Zorc. Durante la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione, mercoledì a Casa Milan, Marco Fassone non ha escluso che il mercato possa regalare ai tifosi rossoneri nuove sorprese. Il budget residuo a disposizione per le ultime operazioni in entrata è ancora rilevante. Aubameyang, il cui cartellino è valutato non meno di 70 milioni di euro, potrebbe tornare a calcare i prati di Milanello qualora gli incastri tecnici di alcuni giocatori in uscita (Bacca su tutti) dovessero andare a buon fine.

Secondo fonti vicine al giocatore, il Milan avrebbe proposto al francese un ingaggio di 8 milioni netti a stagione. Nei prossimi giorni la dirigenza di Via Aldo Rossi potrebbe incontrare il papà-agente.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.