Resta in contatto con Daily Milan

I partenopei recuperano lo svantaggio di 2 goal e vincono al San Paolo. Non bastano le reti di Bonaventura e Calabria ad un Diavolo che si spegne alla distanza. Ottima prova di carattere per i ragazzi di Ancelotti portano a casa altri 3 punti con un’altra rimonta.

Un esordio amaro per il Milan in questa Serie A. Una partita quasi perfetta per circa 55 minuti… poi? Black-out totale. Un vantaggio di 2 reti gettato via, con un Napoli che, grazie alle reti di Zielinski (x2) e Mertens, riesce a ribaltare il match giocato piuttosto male. A Gattuso non bastano i goal di Bonaventura, nel primo tempo, e di Davide Calabria, ad inizio ripresa, per riuscire a superare il Maestro Carlo Ancelotti, nel suo San Paolo. I 90 minuti della prima giornata si sono fatti sentire? L’unica cosa certa è che il tecnico rossonero ha ancora tanto lavoro da fare ma può sicuramente prendersi la rivincita già alla prossima giornata. Venerdì sera, alle 20:30, contro la Roma. La prima a San Siro. La prima in casa, da non sbagliare.

IL TABELLINO

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui (28’st Luperto); Allan, Hamsik (18’st Mertens), Zielinski (27’st Diawara); Callejon, Milik, Insigne. A disposizione: Karnezis, Marfella; Chiriches, Maksimovic, Malcuit; Rog; Ounas, Verdi. Allenatore: Carlo Ancelotti.

MILAN (4-3-3): Donnarumma G.; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia (13’st Bakayoko), Bonaventura (37’st Cutrone); Suso, Higuain; Borini (25’st Laxalt). A disposizione: Reina, Donnarumma A.; Abate, Caldara, Simic;, Bertolacci, Mauri; Castillejo, Halilović. Allenatore: Gennaro Gattuso.

ARBITRO: Paolo Valeri di Roma.
GOL: 15′ Bonaventura (M), 4’st Calabria (M), 8’st e 22’st Zielinski (N), 35’st Mertens (N).
AMMONITI: 30′ Insigne (N), 30′ Suso (M), 21’st Rodriguez (M), 46’st Koulibaly (N).

REPORT

La prima frazione di gioco inizia su ritmi non elevati – si fa ancora sentire l’inizio di stagione – e con un Napoli subito pericoloso. Allan smorza troppo il tiro dopo una bella sponda di Callejon. Il Milan – dopo qualche minuti in leggero affanno si sveglia e all’improvviso trova il vantaggio. Bellissimo cambio di gioco destra-sinistra di Suso per Fabio Borini. Il numero 11, in corsa, compie un gesto atletico strepitoso e si appoggia dietro a Jack Bonaventura. Il centrocampista al volo, con un colpo che ricorda Ibrahimovic e il suo taekwondo, insacca alle spalle di Ospina. Prima tiro in porta della stagione e 0-1 al minuto 15. Il Diavolo continua a spingere con un Bonaventura molto ispirato, ma il Napoli sembra più attento e si chiude bene. Sul finire dei primi 45 minuti, il Napoli prova a riaffacciarsi – anche in modo piuttosto fortunoso – dalle parti di Donnarumma. Dopo un batti-e-ribatti in area di rigore, Callejon è il più rapido a girarsi. Il pallone finisce fuori di poco. I partenopei stanno crescendo e mettono alle corde il Milan. Preludio di quanto accadrà nella ripresa?

Il secondo tempo comincia con il Napoli a fare la partita e il Milan che si abbassa fin troppo. La doccia fredda per tutto il San Paolo arriva però al minuto 49. Questa volta è Bonaventura a sventagliare per Suso che mette giù il pallone e lo appoggia per Davide Calabria a rimorchio. Il terzino fa partire un rasoterra imparabile. 0-2 e Napoli colpito nel suo momento migliore. Passano appena 4 minuti e Piotr Zielinski riapre la partita. Errore in uscita dei ragazzi di Gattuso che consegnano il pallone al polacco che dal limite non lascia scampo a Gigio. 1-2 e partita riaperta. Il Milan esce dal campo e il Napoli fa ciò che vuole. Il pareggio arriva al minuto 67, sempre con Zielinski. Questa volta è fortuna: una deviazione mette fuori dai giochi il numero 99 rossonero. Perfetto equilibrio nel risultato ma enorme differenza nel morale. Girandola di cambi che vede – sponda Milan – il debutto di Tiemoué Bakayoko e Diego Laxalt. A 10 minuti dalla fine arriva il vantaggio del Napoli. Diawara – subentrato all’autore della doppietta – si inventa un filtrante per Allan. Il brasiliano, con le ultime forze in corpo, riesce a mettere un bellissimo cross rasoterra. Sul pallone ci arriva Dries Mertens – anch’esso entrato a partita in corso -, perso da Calabria, che ragala il sorpasso agli azzurri. Finiscono qua le emozioni: il Napoli batte il Milan per 3-2 in rimonta.

 

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *