Resta in contatto con Daily Milan

Milanello

Pioli: «Conta solo superare noi stessi, la squadra è concentrata e motivata»

Pubblicato

il

Lunedì di Pasquetta a Milanello e lunedì di vigilia. Stefano Pioli ha incontrato la stampa alle 9.30 nella Club House del centro sportivo, all’esterno un centinaio di tifosi ha raggiunto Carnago nella speranza di incontrare i giocatori per foto e autografi. È un lunedì di sole e di massima concentrazione, domani sera a San Siro c’è il derby, Inter-Milan, semifinale di ritorno di Coppa Italia e non si può sbagliare. Si riparte dallo 0-0 della sfida di andata: «Puntiamo tutto sul gioco di squadra – dice Pioli –, più sei unito, più sei disposto a sacrificarti e più è facile vincere le partite». Ieri pranzo in famiglia tra squadra e Club, una Pasqua speciale anche a Milanello: «Succede spesso, abbiamo approfittato della bella giornata per stare insieme».

Inter e Milan sono più che mai protagoniste sia in campionato sia in Coppa Italia: «La gara di domani – precisa Pioli – non influenzerà la corsa scudetto. Domani è una sfida diretta e decisiva, faremo il massimo e il meglio per superare il turno e andare in finale. A prescindere dal risultato di domani sera, in campionato dobbiamo vincerle tutte». In formazione i rossoneri recuperano Calabria, più difficile la presenza di capitan Romagnoli: «Davide ieri ha avuto qualche difficoltà, oggi si dovrebbe allenare. Per Romagnoli oggi è un allenamento decisivo. Anche Gabbia dovrebbe recuperare». Nell’undici titolare ballottaggio sulla trequarti tra Krunic e Kessie: «Coprire la posizione di Brozovic è molto importante, è probabile quindi che giochi uno dei due e non Brahim Diaz».

Il successo contro il Genoa ha riacceso l’entusiasmo: «La squadra è molto concentrata e molto motivata. La fiamma è accesa ma è sotto controllo. Vedo i giocatori giustamente molto concentrati, attenti e motivati a confermare quello che di positivo stiamo facendo. All’andata è stata forse la miglior partita che abbiamo affrontato contro l’Inter in stagione. Domani potranno essere i particolari a fare la differenza». E ancora: «Dovremmo essere bravi a leggere la partita, servirà lucidità fino alla fine. Dobbiamo fare il massimo e il meglio possibile per superare quanto abbiamo fatto la stagione scorsa. Arrivare in finale di Coppa Italia è già un passo in più rispetto a un anno fa. Quello che conta – conclude Pioli – è superare noi stessi».