Resta in contatto con Daily Milan

Reazioni

Pioli: «È stata una settimana difficile ma ci riprenderemo»

Avatar

Pubblicato

il

Il Milan perde il derby 3-0. Questa l’analisi post partita di mister Stefano Pioli ai microfoni di DAZN.

«Abbiamo fatto fatica a trovare qualità e intensità. Abbiamo permesso all’Inter di aspettare e ripartire. Non siamo riusciti a fare gol nel nostro momento migliore, meritavamo il pareggio. Sul secondo gol dovevamo fermare prima la loro azione. Ibra? Un centravanti è condizionato dalla prestazione della squadra. Ha chiesto il cambio per un crampo al polpaccio, non era più in grado di staccare. Poi vedremo per giovedì e domenica che scelte fare. Handanovic era da un po’ che non parava così tanto e così bene. È stata una settimana difficile ma ci riprenderemo».

E ancora: «Non siamo stati così aggressivi perché non volevamo aprire troppo il campo e concedergli troppi uno contro uno. Non è facile andare lì e portargli via il pallone, la loro gestione è molto lucida. La nostra forza è sempre stato l’equilibrio e credere nel nostro lavoro. Se un anno fa ci avessero detto che ora saremmo stati secondi in classifica tutti avremmo fatto i salti di gioia, ma ora non dobbiamo essere sereni. Sicuramente non dobbiamo dimenticarci del nostro percorso, questo ci deve insegnare che dobbiamo fare qualcosa in più. La serata storta è stata quella di Spezia, non oggi. Dispiace per i tifosi ma la partita l’abbiamo fatta. Dobbiamo alzare il livello di tante situazioni che in queste partite sono state al di sotto. Quando perdi devi lavorare di più e lavorare bene».

«Se c’è un problema fisico? I dati che abbiamo non sono inferiori ai nostri avversari. Siamo stati l’unica squadra a fare i preliminari, adesso i giocatori che hanno giocato di più a causa degli infortuni hanno giocato troppo, gli altri invece devono giocare di più per trovare la condizione. Ma sono situazioni che possono starci in una stagione. La prima settimana veramente negativa di questa stagione, giovedì prossimo dovremmo essere più bravi dei nostri avversari per passare il turno e poi pensare al campionato».